Fa qualche passo in avanti, seppur non accennino a placarsi scontri e polemiche, la riforma della giustizia del #Governo Renzi predisposta dal guardasigilli Andrea Orlando che deve fare conti anche con il sovraffollamento carceri contro il quale resta nel calendario dei lavori della commissione Giustizia del Senato della Repubblica la prosecuzione dell'esame congiunto dei quattro disegni di legge per la concessione di #amnistia e #indulto 2014.

Riforma giustizia al Quirinale, al vaglio ddl su responsabilità civile dei magistrati

Come si ricorderà la riforma della giustizia proposta da Orlando si propone di modificare sia la giustizia civile che la giustizia penale e prevede di affrontare con nuove misure - che andranno ad aggiungersi alla legge sulle pene alternative e al decreto scuota carceri già convertito in legge e ribattezzato da Beppe Grillo (M5s) 'indulto mascherato'- il problema del sovraffollamento carceri; in tal direzione dovrebbe andare infatti anche la riforma della custodia cautelare in carceri le cui norme per l'applicazione verranno rese più stringenti.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo quanto si apprende dall'agenzia Ansa, il decreto legge sul "dimezzamento", o comunque la riduzione, dei procedimenti civili arretrati è già approdato al Quirinale, che ora dovrà vagliare il testo prima della firma e quindi della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Dopo la pubblicazione in GU il decreto del Governo Renzi sullo smaltimento dell'arretrato nel civile sarà in vigore e avrà efficacia, poi il Parlamento avrà sessanta giorni di tempo per convertirlo in legge, pena la decadenza. Sempre secondo quanto si apprende dall'Ansa, è approdato al Quirinale, per essere esaminato dalla presidenza della Repubblica, il ddl predisposto dal governo sulla responsabilità civile dei magistrati su cui in questi giorni ci sono state aspre polemiche.

Amnistia e indulto 2014, ddl ancora in commissione Giustizia al Senato

Intanto, sul fronte amnistia e indulto 2014, restano all'ordine del giorno della commissione Giustizia di Palazzo Madama, presieduta da Francesco Nitto Palma, i quattro ddl per la concessione dei provvedimenti di clemenza generale ad efficacia retroattiva che potrebbero risolvere rapidamente il problema del sovraffollamento carcerario.

Pubblicità

Nessuna novità ancora da parte della senatrice del Pd Nadia Ginetti che in qualità di relatrice dei ddl per amnistia e indulto, insieme all'altro relatore, il senatore di Forza Italia Ciro Falanga, avrebbe dovuto presentare un testo unificato così come chiesto dalla commissione. Falanga, in effetti, ha già annunciato di aver preparato un nuovo testo base per indulto e amnistia, ma il nuovo ddl ancora non è stato presentato ufficialmente.

Giustizia, Grasso-Boldrini: urgenza su Consulta-Csm

E a proposito di giustizia, il presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso e il presidente della Camera dei Deputati Laura Boldrini hanno ribadito ieri "l'assoluta urgenza di un esito positivo delle votazioni" per Consulta-Csm, cosicché sia la Corte costituzionale che il Consiglio superiore della magistratura "possano esercitare pienamente la loro alta funzione costituzionale e le due Camere, dopo aver adempiuto a questo obbligo non più rinviabile - hanno sottolineato Pietro Grasso e Laura Boldrini - possano tornare a concentrare pienamente il lavoro sugli importanti temi in calendario''.

Pubblicità