Il leader della Lega Nord Matteo Salvini dopo un'estate trascorsa in pieno attivismo politico contro l'immigrazione clandestina e con la proposta di una tassa uguale per tutti la Flat Tax ha annunciato su Facebook una manifestazione il 18 ottobre a Milano per conquistare Palazzo Marino e sostituirsi all'attuale sindaco Giuliano Pisapia, ma anche per non dimenticare in India i due Marò: " Ci facciamo invadere dagli immigrati, e ci dimentichiamo in India due nostri soldati: buffoni!".

Il segretario del Carroccio, dopo i #Sondaggi politici nazionali che hanno mostrato la continua ascesa con il 19% delle preferenze, davanti a Silvio Berlusconi e Beppe Grillo, e dopo aver augurato su Facebook una pronta guarigione a Massimiliano La Torre, colpito in queste ore da una lieve ischemia cerebrale, ha voluto sottolineare che sabato 18 ottobre saranno tutti in piazza a Milano per gridare: "Clandestini tutti a casa, riprendiamoci i Marò", e in attesa di nuove e improbabili elezioni politiche per Palazzo Chigi, ha annunciato la sua candidatura a sindaco di Milano.

Pubblicità
Pubblicità

Secondo alcune indiscrezioni che circolano in rete sui social network, il leader della Lega Nord avrebbe preparato un video-accusa dedicato a Pisapia, in cui saranno mostrate tutte le promesse puntualmente disattese del sindaco arancione, fatte durante la campagna elettorale contro Letizia Moratti, dunque la marcia di Salvini su Milano è iniziata anche se per tornare al voto dovrà attendere il 2016.

In merito alla proposta di Salvini di un'aliquota unica per tutti, la Flat Tax, necessaria per l'Italia per uscire dalla crisi, Panorama in edicola questa settimana ha spiegato i vantaggi economici della sua applicazione, attraverso un'intervista ad Alvin Rabushka, il grande economista americano che ha teorizzato la Flat tax, ossia l'aliquota unica nel 1981. Il magazine ha sottolineato il successo clamoroso della "tassa piatta e unica" nella sua applicazione in Spagna, che a pochi mesi dalla sua introduzione la Flat tax è riuscita a creare migliaia di nuovi posti di lavoro a tempo indeterminato, e nei Paesi emergenti usciti dallo sblocco sovietico.

Pubblicità

#Governo