"A me non preoccupano le trame altrui, è naturale che chi si sente spodestato da un certo ruolo, tenti poi di recuperarlo' - Renzi getta l'affondo ai poteri forti nella Direzione #Pd sottolineando con una frase filosofica "la democrazia è il governo dei maleducati, l'aristocrazia è il governo degli educati male" (cit.). "Abbiamo sbloccato e disincagliato il dibattito parlamentare sulla legge elettorale, abbiamo dato il più grande scatto salariale che sia mai stato dato, abbiamo in modo aperto e consultivo dato impulso alla modernizzazione della scuola avviando la "buona scuola", un progetto su cui chiunque può dire la propria, abbiamo avviato la riforma della giustizia civile, abbiamo posto Cantone a capo dell'Autorità nazionale Anticorruzione: un gigantesco punto di riferimento per il paese, abbiamo abbassato le tasse sul lavoro e aumentato quelle sulla rendita finanziaria (...) tutti questi sono annunci!" - ha insistito il Segretario-Premier.

Pubblicità
Pubblicità

Insomma #Matteo Renzi ci è andato giù duro con un lungo elenco di fatto e detto: tetto ai manager, auto blu, permessi sindacali, sono tutte le azioni del governo che in Direzione Pd ha rivendicato il Premier. E non sono mancate le stoccate avvelenate, velate o meno, come quella di inizio discorso all'indirizzo di Pier Luigi Bersani: 'accetto che si parli mediaticamente per lamentarsi sul rispetto che manca o meno, ma io non farò come Fred Flintstone, non dirò 'Wilma passami la clava''. Insomma lo stile Renzi non si smentisce, tutto effetti sonori e d'impatto. Sull'art.18: "Se fosse l'art. 18 il punto di riferimento costituzionale - ha detto - se è veramente il punto di riferimento costituzionale, perché la sinistra negli anni '80 si è astenuta sullo Statuto dei lavoratori, perché il sindacato è il primo "ente che non lo fa valere ...

Pubblicità

Perché non abbiamo il coraggio di andare all'attacco per una volta, perché non costruiamo un nuovo modello di Welfare? Poi l'attacco di Renzi è stato per il Sindacato: "Io sono per alzare il salario, no per abbassarlo. Noi siamo disponibili ad accettare la sfida del sindacato, aprirò la Sala Verde a Palazzo Chigi la settimana prossima, appronterò un protocollo tra Abi, Confindustria e Governo per consentire un ulteriore scatto del potere d'acquisto dei salari. Per far questo ho bisogno delle coperture della Legge di Stabilità" - ha detto. #Pierluigi Bersani