Non si ferma la battaglia di Marco Pannella e dei radicali per #amnistia e #indulto 2014-2015. "Amnistia e indulto - ha detto il leader storico dei radicali Marco Pannella intervenendo ieri sulla riforma della giustizia e sul drammatico problema del sovraffollamento carceri durante un convegno a Foggia - sono due obiettivi che noi portiamo avanti".

Amnistia e indulto: prosegue senza sosta la lotta nonviolenta di Marco Pannella

"Amnistia e indulto sono stati indicati a livello tecnico - ha proseguito il presidente del Senato del Partito Radicale Nonviolento, Transnazionale e Transpartito - anche dal massimo magistrato italiano, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, dalla giurisdizione interna oltre che da quella internazionale".

Pubblicità
Pubblicità

"Questi obiettivi che noi perseguiamo da anni - ha aggiunto riferendosi a indulto e amnistia Marco Pannella che recentemente ha ricevuto la 'storica' telefonata di Papa Francesco - sono stati indicati anche dalla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo e dalla delegazione dell'Onu sulla detenzione arbitraria che ha fatto un'ispezione in Italia dalla quale viene fuori esattamente - ha sottolineato il leader storico dei radicali italiani che si batte per amnistia e indulto 2014-2015 - qualcosa di più di quello che noi radicali denunciamo come una condizione criminale dello Stato italiano".

Amnistia e indulto nell'agenda settimanale della commissione Giustizia del Senato

A proposito di riforma della giustizia e sovraffollamento carceri, sono all'ordine del giorno dei lavori della commissione Giustizia del Senato della Repubblica, oggi martedì 9 settembre, i ddl per la concessione di amnistia e indulto 2014-2015.

Pubblicità

Ecco gli altri ddl in calendario questa settimana nella commissione presieduta dal senatore Francesco Nitto Palma (Forza Italia), alcuni di questi disegni di legge dovranno essere accantonati perchè "doppioni" con quanto previsto dalla riforma della giustizia del guardasigilli Andrea Orlando. Seguito esame disegni di legge su: Contrasto all'omofobia e alla transfobia, relatrice Capacchione. Ddl sul Tribunale della famiglia, relatrice Filippin; Magistratura onoraria, relatore Cucca; Amnistia e indulto, relatori Falanga e Ginetti. Disegno di legge per l'adozione dei minori, relatrice Filippin; Divieto di benefici ai condannati ex 416 - ter, relatore Lumia; ddl sul traffico degli organi destinati al trapianto, relatrice Cirinnà. Ddl su responsabilità civile dei magistrati, relatore Buemi; disciplina delle coppie di fatto e delle unioni civili, relatrice Cirinnà. Divorzio breve, relatrici Alberti Casellati e Filippin; Corruzione, voto di scambio, falso in bilancio e riciclaggio, relatore D'Ascola.

Pubblicità

Ddl con nuove norme penali sull'omicidio stradale, relatore Cucca. Disegno di legge Regime dei beni pubblici, relatore Giovanardi; Modifiche al codice penale in materia di trattamento sanzionatorio dei delitti di associazione a delinquere di tipo mafioso, estorsione e usura, relatore Casson.

Riforma giustizia, sciopero dei giudici di pace

Nel frattempo prosegue lo scontro sulla riforma giustizia: l'Unagipa è pronta a proclamare altri scioperi per la mancata riforma della magistratura di Pace. Bisogna tentare una "conciliazione con un incontro serio e non rituale, per affrontare e risolvere in uno spirito di fattiva collaborazione i gravi problemi sollecitati", ha scritto l'Unione Nazionale Giudici di Pace in una la lettera inviata al premier Matteo Renzi, al ministro della Giustizia Andrea Orlando e alla Commissione per la Garanzia dello sciopero nei servizi pubblici. #Governo