Lo ha annunciato questa mattina, presso la sede di "Liberi di Ricominciare", dove si è svolta la conferenza stampa di rito per la comunicazione ufficiale della candidatura a Sindaco della città. Giovane anche lui, 37 anni appena compiuti, docente di chimica agraria, sfiderà il candidato di centrosinistra nella corsa alla poltrona di Sindaco della città di Reggio Calabria. Paolo Ferrara, già Presidente del Movimento civico "Liberi di Ricominciare" che negli ultimi anni è stato sempre in prima linea per la difesa dei diritti del cittadino e per la giustizia sociale, ha denunciato pubblicamente e anche nelle sedi Giudiziarie amministrative (vedi ricorso tributoTARES) e in quelle penali (vedi esposto alla Procura per il caro acqua) gli abusi e i soprusi nei confronti dei cittadini contribuenti.

Pubblicità
Pubblicità

Il Professore Paolo Ferrara, conosciutissimo nel territorio del comune di Reggio Calabria, come persona sensibile e attenta alle problematiche sociali, nonché a quelle ambientali, ha un'ottima reputazione. Stimatissimo sia dai giovani sia dai meno giovani e anche dagli anziani, è sempre stato vicino, con particolare interesse ai disoccupati, ai meno abbienti e ai diversamente abili.

La città di Reggio Calabria che è stata governata negli ultimi anni da una classe politica mediocre e obsoleta, che ha determinato uno scadimento socio-economico non indifferente, al punto tale che lo stato di vivibilità è dichiarato dagli opinionisti del settore il peggiore d'Italia, ha veramente bisogno di una ventata di freschezza, soprattutto in campo politico. Al momento, i candidati a Sindaco più giovani sono due: Paolo Ferrara di "Liberi di Ricominciare" e Giuseppe Falcomatà per la coalizione di Centrosinistra.

Il Movimento "Liberi di Ricominciare" rappresenta in città una grande fetta del tessuto cittadino che si riconduce a tutte le categorie, economiche e sociali.

Paolo Ferrara ha dichiarato: "la nostra decisione di scendere in campo politicamente è stata dettata dalla necessità oggettiva di intervenire per dare il nostro contributo alla città che, ha veramente tanto bisogno. La nostra lista - continua Ferrara - è stata libera e allo stesso tempo, i candidati accuratamente verificati. Noi, della legalità e della giustizia abbiamo un gran rispetto ed è per questo che sosteniamo sempre i diritti del cittadino". Ferrara continua, dichiarando che "Il nostro programma si basa sulle reali necessità sociali ed economiche di questa città. Ovviamente, siamo stati frenati nel prevedere con accuratezza gli interventi futuri, vista la totale chiusura dei Commissari alle nostre richieste, in merito alla conoscenza del piano economico finanziario che hanno predisposto per l'anno prossimo".

Paolo Ferrara ha sempre dimostrato un grande attaccamento per la sua terra e grande rispetto per le persone. La sua decisione di candidarsi a Sindaco della Città, è stata acclamata senza alcuna riserva, da tutti i componenti dell'Associazione "Liberi di Ricominciare" e anche da una consistente fazione di elettorato che, vede in Ferrara la persona giusta, per ridare ai Reggini la dignità e la gioia di vivere, in una città che fu un tempo fiore all'occhiello del Mediterraneo.

Paolo Ferrara in questa sfida contro il candidato del centrosinistra Giuseppe Falcomatà sarà supportato da una larga coalizione formata al momento da cinque liste: "Movimento Europeo Diversamente Abili" - "Movimento Autonomo Alternativo" - "Unione Democratica Consumatori e Pensionati" - "Cittadinanza Mediterranea" e ciliegina sulla torta, la "Democrazia Cristiana" che, con le amministrative di Reggio Calabria si ripropone come "la forza che ha fatto grande l'Italia".

Pubblicità

Le considerazioni della maggior parte dei Reggini, nei confronti dei due giovanissimi candidati a Sindaco sono positive. Si prospetta una lunga e combattiva campagna elettorale, carica di energia e di determinazione: Paolo Ferrara Vs Giuseppe Falcomatà. Sicuramente gli elettori questa volta non avranno pregiudizi di natura anagrafica. Sono giovani ambedue. #Eventi