Non si placa il dibattito connesso a riforma della Giustizia, Amnistia e Indulto 2014: se da una parte si intensificano gli appelli a Renzi e Orlando perché concedano i due provvedimenti di clemenza generale - gli ultimi arrivano dai Radicali Italiani e dal Consigliere Regionale abruzzese Luciano Monticelli - dall’altra bisogna purtroppo registrare l’aumento del numero di suicidi, con tre detenuti ad essersi tolti la vita tra il 24 agosto e il 2 settembre. Con questi tre sucidi sale a 29 il numero di detenuti che si sono tolti la vita in carcere dall’inizio del 2014, stima che sale fino a 100 individui se si considera il numero di decessi complessivi.

Pubblicità
Pubblicità

Mentre nelle carceri si muore, le nostre Istituzioni continuano a seguire il consueto iter burocratico: una prima bozza della riforma della Giustizia è stata presentata nel CdM del 29 agosto scorso, mentre nella giornata di ieri è ripreso presso la Commissione Giustizia del Senato il dibattito connesso ai ddl relativi ad #amnistia e #indulto 2014.

Riforma Giustizia, Amnistia e Indulto 2014: nuovi appelli a Renzi e Orlando

I temi costituiti da riforma Giustizia, Amnistia e Indulto 2014 continuano ad essere al centro del dibattito politico (ma non più mediatico) del nostro paese: l’ultimo appello a Renzi e Orlando affinchè procedano con la ratifica dei due provvedimenti di clemenza generale è giunto dal Consigliere Regionale abruzzese Luciano Monticelli che si è rifatto alla risoluzione approvata dal Consiglio Regionale dell'Abruzzo lo scorso 29 aprile: ‘Nella risoluzione dell’aprile scorso - ha spiegato ieri Monticelli - invitiamo il presidente del Consiglio Matteo Renzi e il ministro della Giustizia Andrea Orlando, nonché i presidenti della Camera dei Deputati Laura Boldrini e del Senato della Repubblica Pietro Grasso, ad adottare provvedimenti di Amnistia e Indulto 2014 il cui ambito di applicazione sarà definito dal Parlamento stesso in considerazione della gravità dei reati. E' questa la nostra battaglia per i diritti civili’. Nel frattempo è ripreso ieri presso la Commissione Giustizia il dibattito connesso ai ddl relativi ad Amnistia e Indulto 2014: non appena il ministro Orlando avrà esposto le linee guida del #Governo Renzi in merito ai due provvedimenti di clemenza la Commissione stessa procederà alla stesura di un testo unico.

Riforma Giustizia, Amnistia e Indulto 2014: Orlando temporeggia, altri tre suicidi in carcere

Mentre l’iter connesso a riforma Giustizia, Amnistia e Indulto 2014 procede lentamente con il ministro Orlando a temporeggiare (il guardasigilli è atteso ormai da tempo in Commissione Giustizia per esporre il punto di vista del governo sui due provvedimenti), l’emergenza carceri continua a farsi sempre più drammatica. A certificarlo tre suicidi avvenuti nel giro di una settimana e resi noti dal SAPPE, il Sindacato Autonomo di Polizia Penitenziaria: ad essersi tolti la vita sono stati tre detenuti rinchiusi nelle carceri di Civitavecchia, Pisa e Trento, ormai vicini alla scarcerazione ma con problemi personali di varia natura. Il livello di emergenza nelle carceri continua dunque a farsi sempre più allarmante, ma a sconcertare è l’atteggiamento delle Istituzioni che stanno sostanzialmente a guardare senza adoprarsi per cambiare le cose. A questo punto vorremmo coinvolgervi nella nostra analisi chiedendovi un parere: come giudicate l’atteggiamento di Renzi e Orlando? Sareste favorevoli ad Amnistia e Indulto 2014? Dateci un giudizio commentando l’articolo qui sotto!