"#amnistia e #indulto per reati non gravi, ministro avrà il nostro appoggio, siamo cittadini come lei, forza basta morti in carcere": quello di Maurizio Cavallari è uno delle centinaia di messaggi - appelli postati in questi giorni sulla pagina Facebook del guardasigilli Andrea Orlando a lavoro per la riforma della giustizia che prevede anche misure contro il sovraffollamento carceri. Intanto i ddl per indulto e amnistia 2014 restano nel calendario dei lavori della commissione Giustizia del Senato, ma al momento lo scontro è sulla riforma giustizia.

Riforma giustizia, prescrizione, Davigo: 'Riforme inutili, Stato copre i reati'

"Riforme inutili lo Stato smetta di coprire i reati"; lo ha affermato intervenendo sulla riforma della giustizia in un'intervista rilasciata a Il Fatto quotidiano il giudice di Cassazione Piercamillo Davigo, ex pubblico ministero del pool "Mani Pulite".

Pubblicità
Pubblicità

"La prescrizione dei reati - ha detto Davigo parlando delle nuove norme sulla prescrizione previste nella riforma della giustizia del #Governo Renzi - non deve più decorrere dopo il rinvio a giudizio. Così - secondo l'ex pm del pool 'Mani Pulite' - si scoraggiano i ricorsi dilatori. Il nostro sistema invece - ha spiegato - incentiva tutti a impugnare". Secondo il giudice della Suprema Corte di Cassazione Piercamillo Davigo "per ridurre la durata dei processi, bisogna ridurne il numero, cambiando le norme - ha detto il magistrato intervenendo sulla riforma della giustizia predisposta dal ministro Andrea Orlando - per rendere non convenienti i giudizi e i ricorsi a chi ha torto o è colpevole".

Riforma giustizia Renzi - Orlando non piace al presidente della Feps Massimo D'Alema

La riforma della giustizia su cui sta lavorando il Governo Renzi non piace all'ex premier e presidente della Feps Massimo D'Alema.

Pubblicità

"Sarebbe necessaria anche una riforma della giustizia e della Pubblica amministrazione", ha detto il presidente della Foundation for European Progressive Studies intervenendo ieri alla Festa dei Riformisti organizzata dal Psi a Marina di Carrara. D'Alema, sottolineando di ritenere "necessaria anche una riforma della giustizia e della Pubblica amministrazione" ignora di fatto il lavoro portato avanti in questi mesi dal ministro della Giustizia Andrea Orlando e dal ministro della Pubblica amministrazione e Semplificazione Marianna Madia, entrambi del Partito democratico. D'Alema ha fatto sapere che modificherebbe anche la riforma costituzionale e la nuova elettorale su cui è stata stretta un'alleanza tra il premier e segretario del Pd Matteo Renzi e l'ex premier e leader di Forza Italia Silvio Berlusconi nel cosiddetto Patto del Nazareno.

Amnistia e indulto 2014: nuovi appelli al ministro della Giustizia Orlando

E mentre prosegue il dibattito sulla riforma della giustizia continuano ad arrivare sulla pagina Facebook del ministro della Giustizia Andrea Orlando numerosi appelli di familiari di detenuti, italiani e stranieri, che invocano amnistia e indulto per i loro parenti in carcere.

Pubblicità

"Ministro, per favore facci questa clemenza (indulto e amnistia), mia figlia cerca sempre il padre, abbi un po' di coscienza per favore", scrive Katia H. Aggiunge Maurizio Cavallari: "Amnistia e indulto per reati non gravi, ministro avrà il nostro appoggio, siamo cittadini come lei, forza basta morti in carcere". Per indulto e amnistia 2014 anche Teresa Vanacore: "Pensi anche a donare un po' di pace e di giustizia a chi sta marcendo in carcere per reati minori e perché vive in un paese dove il lavoro, la casa e la dignità sono un opzione, approvate presto amnistia e indulto. Amen".