Il maxi piano per le riforme 2014-2017 (Millegiorni) è stato presentato stamattina dal presidente del Consiglio #Matteo Renzi nell'Aula della #Camera dei Deputati presieduta da Laura Boldrini. "Mille giorni sono l'ultima chance per pareggiare i conti e far ripartire il Paese", ha detto il premier Matteo Renzi che oggi pomeriggio illustrerà le riforme che il suo #Governo intende fare in mille giorni - dalla riforma Pa, pensioni e lavoro alla riforma dellascuola, dalla riforma della giustizia a quella del fisco, ma anche riforme costituzionali e nuova legge elettorale Italicum - al Senato della Repubblica presieduto da Pietro Grasso.

Riforme in Millegiorni del Governo Renzi: il premier in Parlamento

Il premier Matteo Renzi riferendo al Parlamento sulle linee di attuazione del programma di governo ha tracciato sostanzialmente la road map per i prossimi tre anni in cui dovranno essere attuate le riforme.

Pubblicità
Pubblicità

"Se perdiamo non perde il governo, perde l'Italia", ha detto Renzi sottolineando che "il Paese ha interrotto la caduta, ma questo non basta, la decrescita non è mai felice". Con le riforme sulle quali il Governo Renzi lavorerà in questi Millegiorni - dandone conto e ragione ai cittadini sul sito passodopasso.italia.it - secondo il premier "l'Italia 'tornerà ad avere un ruolo nella situazione politica internazionale". Ma prima di tornare protagonisti in Europa bisogna fare i conti con la riforma Pa e pensioni, con la riforma del lavoro (Jobs Act), quella della "Buona scuola" e la riforma della giustizia. Prima, però, bisognerà trovare le coperture finanziarie. Ci riuscirà il Governo Renzi con la spending review?

Riforme Governo Renzi: Pa, pensioni, lavoro, scuola, giustizia: parla il ministro Padoan

Sulle riforme interviene anche il ministro dell'Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan, che deve trovare le coperture necessarie per la riforma Pa e pensioni, per la riforma della scuola e per tutte le altre promesse che stanno facendo il premier e i ministri.

Pubblicità

"Negli ultimi sei mesi - ha detto Padoan in un'intervista al quotidiano economico tedesco Handelsblatt - abbiamo lavorato come pazzi ed emanato molte leggi. Abbiamo un enorme programma di riforme, forse troppo grande. Ma siamo convinti - ha aggiunto il responsabile del Mef - che le riforme portino effetti". Parlando della riforma pensioni il ministro dell'Economia e delle Finanze Pier Carlo Padoan ha detto che il sistema delle pensioni italiano "fra i più stabili in Europa" e inoltre ha parlato bene della riforma Pa e pensioni, della riforma della giustizia e della riforma fiscale che ancora devono andare in porto. "Mille giorni servono a far sì - ha aggiunto Padoan - che le misure mostrino i loro effetti. Non rimandiamo le riforme. Le iniziamo adesso, ma riteniamo che i risultati arrivino in questo arco temporale. Mille giorni è un tempo ragionevole".

Riforme Millegiorni Renzi: 'Una pagliacciata' secondo il Movimento 5 stelle di Beppe Grillo

Critici verso il premier Renzi alla Camera i deputati del Movimento 5 stelle di Beppe Grillo.

Pubblicità

"Sarebbe stato meglio - ha detto il deputato di M5s Andrea Cecconi, intervenuto a Montecitorio sull'informativa di Renzi relativa programma di riforme Millegiorni - che ci avesse cantato una canzone che scalda il cuore, anziché venire in aula a raccontarci il nulla. I Millegiorni - secondo il parlamentare del Movimento 5 stelle - sono una pagliacciata inutile, l'ennesimo flop ma lei ha bisogno che stampa e tv ne parlino nella speranza che i cittadini se la bevano".