Non si ferma malgrado scontri e polemiche l'esame congiunto dei disegni di legge per la concessione di #amnistia e #indulto 2014-2015 in commissione Giustizia al Senato della Repubblica presieduta dal senatore Francesco Nitto Palma (Forza Italia).

Amnistia e indulto 2014-2015: ultime novità dal Senato, prosegue esame ddl, atteso il ministro Orlando

Il presidente della commissione Giustizia di Palazzo Madama dopo il dibattito svoltosi questa settimana ha proposto rimettere ai relatori dei ddl per amnistia e indulto - il senatore Ciro Falanga (relatore di minoranza) e la senatrice Nadia Ginetti (relatrice di opposizione) - la predisposizione di puntuali quesiti da sottoporre al ministro della Giustizia Andrea Orlando finalizzati ad acquisire i nuovi dati relativi all'impatto della legislazione penalistica sul sistema carcerario, con particolare riferimento alla nuova legge sulle pene alternative e la messa in prova ai servizi sociali o ai lavori di pubblica utilità e al cosiddetto decreto svuota carceri del #Governo Renzi, già convertito in legge dal Parlamento italiano, che concede sconti di pena e risarcimenti in denaro alle persone costrette a vivere in condizioni inumane e degradanti in carceri sovraffollate in cui non vengono rispettati i diritti fondamentali dell'uomo secondo la Corte di Strasburgo che ha per questo più volte condannato l'Italia.

Pubblicità
Pubblicità

La commissione Giustizia del Senato della Repubblica ha inoltre concordato sulla proposta avanzata dal presidente Francesco Nitto Palma i relazione ai ddl per amnistia e indulto 2014-2015. Diversamente da quanto era stato previste prosegue dunque la discussione sulle misure straordinarie di clemenza ad efficacia retroattiva ritenute fondamentali dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per far fronte nel modo più efficace e veloce al drammatico problema del sovraffollamento carceri in Italia.

Amnistia e indulto 2014-2015: nuovo intervento del senatore Enrico Buemi

A chiedere di accantonare l'esame congiunto dei ddl per amnistia e indulto era stato il senatore Enrico Buemi che ha sottolineato in commissione Giustizia di aver posto all'Ufficio di presidenza tale questione in ragione del fatto che il perdurante mantenimento all'ordine del giorno dei ddl per indulto e amnistia 2014-2015 "rischia di per sé di ingenerare aspettative nella popolazione reclusa".

Pubblicità

Il senatore Buemi è uno degli autori dei quattro disegni di legge presentanti al Senato. "È necessario pertanto - ha ribadito il senatore Buemi nel suo intervento - che la Commissione esprima con chiarezza la propria posizione in ordine ai provvedimenti di clemenza (amnistia e indulto) procedendo eventualmente alla loro espunzione dal calendario dei lavori". Infine la commissione Giustizia ha deciso di non accantonare i ddl per indulto e amnistia ma ha dato incarico ai relatori Falanga e Ginetti di predisporre "puntuali quesiti da sottoporre al ministro della Giustizia Andrea Orlando finalizzati ad acquisire i nuovi dati relativi all'impatto della legislazione penalistica sul sistema carcerario".