Martedì 14 ottobre in commissione Giustizia al Senato della Repubblica ricomincia la discussione sui quattro ddl 20, 21, 1081 e 1115 per la concessione di #amnistia e #indulto. Intanto, mentre i detenuti continuano a invocare leggi straordinarie di clemenza generale come amnistia e indulto 2014-2015 resta grave la situazione di sovraffollamento nelle carceri italiane.

Amnistia e indulto 2014-2015, ddl al Senato: aggiornato il calendario dei lavori della commissione Giustizia

La prosecuzione dell'esame congiunto dei quattro disegni di legge per indulto e amnistia - presentanti dai senatori Luigi Manconi, Luigi Compagna, Lucio Barani ed Enrico Buemi - figura nel calendario dei lavori della settimana dal 13 al 17 ottobre in commissione Giustizia a Palazzo Madama, presieduta da Francesco Nitto Palma, aggiornato all'11 ottobre, mentre si resta in attesa del nuovo confronto sul sovraffollamento carceri, amnistia e indulto 2014-2015 con il ministro della Giustizia Andrea Orlando alla luce dei primi effetti del decreto svuota carceri del #Governo Renzi già convertito in legge e della nuova legge sulle pene alternative e la messa in prova ai servizi sociali.

Pubblicità
Pubblicità

Dopo il confronto con il guardasigilli potrebbe essere presentato dai senatori Ciro Falanga e Nadia Ginetti un testo unificato per indulto e amnistia 2014-2015.

Sovraffollamento carceri e appelli per amnistia e indulto: ultime notizie dalla Sicilia

E a proposito di sovraffollamento carceri in Italia e appelli dei detenuti per amnistia e indulto 2014-2015, "La Sicilia - afferma il segretario del sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe Donato Capece - resta la terza regione d'Italia, dopo la Lombardia e la Campania, per maggiori presenze di detenuti. I detenuti in Sicilia - ricorda Capece nel suo nuovo intervento sul sovraffollamento carceri - erano 6.054, mentre il 30 settembre scorso quasi 1.000 in meno rispetto alla stessa data dello scorso anno quando invece erano 6.987.

Pubblicità

Per fortuna delle istituzioni - aggiunge il leader del Sappe - gli uomini della Polizia penitenziaria svolgono quotidianamente il servizio nelle carceri delle Sicilia e dell'intero Paese con professionalità". Sono più di 2.300 - secondo i dati forniti dal sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe - i detenuti nelle carceri siciliane coinvolti nel 2014 in manifestazioni per chiedere al Parlamento l'approvazione di amnistia e indulto 2014-2015 contro il sovraffollamento carceri già sanzionato dalla Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo. Il segretario del sindacato autonomo polizia penitenziaria Sappe Donato Capece andrà in visita nei prossimi giorni nelle carceri di Catania, Messina, Barcellona Pozzo di Gotto e Augusta.

Carceri, indulto e amnistia, Osapp: manca acqua nel carcere di Genova

Intanto, mentre i detenuti continuano a sperare in leggi di indulto e amnistia, nuovi disagi nelle carceri vengono segnalati da Leo Beneduci, segretario generale dell'Organizzazione Sindacale Autonoma Polizia Penitenziaria (Osapp).

Pubblicità

"Da quasi 15 giorni, presso la Casa Circondariale di Genova Pontedecimo - scrive Leo Beneduci in una nota stampa - non c'è acqua nella caserma della Polizia Penitenziaria e il personale che vi alloggia - aggiunge il leader dell'Osapp che chiede interventi per risolvere il problema - non riesce neanche a farsi una doccia a fine turno, mentre anche semplicemente utilizzare i servizi igienici è diventato un problema".