"I numeri non ci fanno più impattare con Strasburgo ma non corrispondono ancora a ciò che le nostre leggi richiedono"; lo ha dichiarato il ministro della Giustizia Andrea Orlando intervenendo sul problema del sovraffollamento carceri in vista del nuovo confronto con la commissione Giustizia del Senato della Repubblica dove prosegue l'esame congiunto dei disegni di legge per la concessione di #amnistia e #indulto 2014-2015.

Carceri, amnistia e indulto 2014, Orlando: 'Su sovraffollamento miglioramenti ma non basta'

"Mi auguro che ci sia la possibilità in ragione di questa febbre che è scesa - ha detto il guardasigilli parlando della situazione carceraria a margine della visita a Regina Coeli per l'inaugurazione del centro clinico ristrutturato - di intervenire sulle strutture carcerarie anche dal punto di vista del lavoro e del reinserimento".

Pubblicità
Pubblicità

Il ministro della Giustizia Andrea Orlando non ha parlato dei ddl per la concessione di amnistia e indulto 2014-2015 fortemente auspicati dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano. Il ministro Andrea Orlando ha fatto già sapere che lui non sarebbe contrario in linea di principio a votare per amnistia e indulto tanto che nel 2006 in Parlamento votò per l'indulto quando al #Governo c'era Romano Prodi. Ma allo stato attuale, secondo il l'esponente del Governo Renzi, non ci sono le condizioni per approvare con la maggioranza dei due terzi de Parlamento indulto e amnistia, quindi, aveva detto nelle scorse settimane il guardasigilli Orlando, meglio evitare "la fiera dell'ipocrisia".

Carceri e polizia penitenziaria, Orlando: 'Da sblocco stipendi segnale importante a polizia penitenziaria'

E sempre in tema di carceri e polizia penitenziaria il ministro della Giustizia Andrea Orlando, riferendosi al vertice di oggi nella sala Verde di Palazzo Chigi, ha detto che "dall'incontro tra Matteo Renzi e i sindacati del comparto sicurezza è arrivato un segnale che consentirà l'adeguamento salariale per la polizia penitenziaria.

Pubblicità

Da parte del ministero della Giustizia - ha aggiunto l'esponente del Governo Renzi - è un riconoscimento importante alla polizia penitenziaria".

Riforma giustizia, carceri, amnistia e indulto: convegno con i ministri Boschi e Orlando

Intanto, mentre al Senato si continua a discutere di amnistia e indulto 2014-2015 contro il sovraffollamento carceri, prosegue senza sosta il confronto sulla riforma della giustizia del Governo Renzi. Già incardinato in Parlamento l'iter per la riforma della giustizia civile, va avanti a rilento il cammino della riforma della giustizia penale. L'Associazione Italiana Giovani Avvocati (AIGA) e l'Associazione Italiana Giovani Notai (ASIGN), in collaborazione scientifica con Treccani giuridica e Neldiritto Editore, hanno organizzato per mercoledì 8 ottobre - a Roma, nella sala Giulio Cesare del Campidoglio a partire dalle ore 9.15 - una giornata di confronto sull'evoluzione delle professioni legali; interverranno, tra gli altri, il ministro per le Riforme e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi e il ministro della Giustizia Andrea Orlando che farà il punto sulla riforma della giustizia e le misure del governo contro il sovraffollamento carceri.

Pubblicità