"Molto forte e coraggioso il messaggio di Papa Francesco che spero - ha detto il capogruppo parlamentare del Partito democratico alla Camera dei Deputati, Roberto Speranza - possa aiutare ad accelerare il dibattito pubblico sull'abolizione dell'ergastolo ostativo, di quel 'fine pena mai' - ha sottolineato il parlamentare del Pd commentando le parole di Bergoglio su carceri, ergastolo, tortura, carcerazione preventiva e pena di morte - che stride con i principi della Costituzione italiana". "Parole - ha aggiunto in un'intervista rilasciata al quotidiano dei vescovi L'Avvenire - che si accompagnano a quelle sul problema del sovraffollamento carceri".

Pubblicità
Pubblicità

Parlando dei provvedimenti già attuati e in corso d'esame contro il sovraffollamento carceri - tra i quali i tanto attesi disegni di legge per #amnistia e #indulto 2014-2015 all'esame congiunto della commissione Giustizia del Senato, capogruppo del Pd a Montecitorio nonché autore del ddl per l'abolizione dell'ergastolo, ha detto che "la sensibilità del ministro della Giustizia Andrea Orlando è forte, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano non ha fatto mancare il proprio autorevole richiamo" a risolvere l'emergenza carceri".

Carceri, amnistia e indulto 2014: intervento del capogruppo Pd Speranza sul discorso di Papa Francesco

Da ricordare in proposito il messaggio alle Camera dello scorso 8 ottobre 2013 in cui il Capo dello Stato ha sollecitato a senatori e deputati l'approvazione di amnistia e indulto per dare risposte concrete e immediate contro il sovraffollamento carceri.

Pubblicità

Adesso, ha sottolineato nell'intervista pubblicata oggi su L'Avvenire il capogruppo del Pd alla Camera Roberto Speranza, "l'appello del Papa conferma l'impegno corale. Dobbiamo abbattere i numeri della carcerazione preventiva, oggi ci sono - ha sottolineato il parlamentare del Partito democratico - quattro detenuti su dieci in attesa di giudizio ".

Mentre si continua a discutere di possibili provvedimenti straordinari di clemenza come indulto e amnistia (quattro ddl presentanti al Senato e uno alla Camera) il ministro della Giustizia Andrea Orlando continua a lavorare alla riforma del sistema penitenziario nel contesto della riforma della giustizia 2014. Attesa nella riforma giustizia Renzi-Orlando anche significative modifica alle norme per l'applicazione della misura della custodia cautelare in carcere (la cosiddetta carcerazione preventiva contro cui si è scagliato anche il Pontefice) già in parte modificate con il decreto svuota carceri convertito in legge. "Io mi batterò per questo e sono fiducioso, soprattutto - ha sottolineato Roberto Speranza - dopo le parole di #Papa Francesco".

Pubblicità

Amnistia e indulto, Rita Bernardini: parole di Papa Francesco semplicemente straordinarie e radicali

"Le parole di Papa Francesco sulla giustizia e sulle carceri sono semplicemente straordinarie e radicali", ha commentato la leader dei Radicali italiani Rita Bernardini commentando le parole di Bergoglio. Di "un discorso splendido e serio" ha parlato il leader storico dei radicali Marco Pannella che pensa che l'appello di Papa Francesco rimarrà inascoltato come il messaggio alle Camere per amnistia e indulto di Giorgio Napolitano. I Radicali italiani rilanciano la battaglia per indulto e amnistia al congresso 2014 che prenderà il via il 30 ottobre a Chianciano. I radicali punteranno ancora i riflettori sempre più accesi dopo l'intervento di Papa Francesco sull'irrisolto problema del sovraffollamento carceri, sulla lentezza della giustizia e sul rispetto dei diritti fondamentali dell'uomo sanciti dalla Convenzione europea.