Forza Italia di #Silvio Berlusconi insiste su #indulto e amnistia 2014 mentre prosegue il confronto sulla riforma della giustizia del Governo Renzi predisposta dal guardasigilli Andrea Orlando.

Indulto e amnistia 2014, c'è l'accordo tra Renzi e Berlusconi?

Oltre al senatore Ciro Falanga, di Forza Italia, relatore di minoranza dei quattro disegni di legge per amnistia e indulto che ha attaccato il Partito democratico di #Matteo Renzi "ambiguo" su indulto e amnistia, a sollecitare l'approvazione dei provvedimenti di clemenza generale ad efficacia retroattiva e anche il senatore azzurro Giacomo Caliendo. Col Pd intanto se da una parte sembra che si litiga, dall'altra si trova un'intesa sulla prosecuzione dell'esame congiunto dei ddl per amnistia e indulto.

Pubblicità
Pubblicità

Che ci sia sotto sotto un accordo tra Matteo Renzi e Silvio Berlusconi così come sulle riforme, come ipotizzato dalla Velina Rossa, il foglio parlamentare vicino a Massimo D'Alema?

Amnistia e indulto 2014, nuovo intervento del senatore di Forza Italia Giacomo Caliendo

Sollecitando l'approvazione dei ddl per la concessione di indulto e amnistia 2014, il senatore Caliendo ha ricordato durante il suo intervento questa settimana in commissione Giustizia che l'inserimento all'ordine del giorno dei quattro disegni di legge si è reso in gran parte necessario in ragione del tenore del messaggio alle Camere sulla questione carceraria del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. "Per ragioni di correttezza istituzionale ritengo inopportuno - ha detto il senatore Caliendo - procedere all'espunzione dei ddl per amnistia e indulto dal calendario dei lavori della commissione Giustizia".

Pubblicità

Per il parlamentare di Forza Italia sarebbe "preferibile attendere, come suggerito dalla senatrice del Pd Nadia Ginetti, un'interlocuzione con il ministro della Giustizia Andrea Orlando così da poter valutare - ha spiegato la congruità dei risultati raggiunti con i provvedimenti legislativi fino ad oggi approvati".

Amnistia e indulto 2014, divisioni nel Partito democratico di Matteo Renzi

Quindi se da una parte c'è da parte di Forza Italia l'attacco al Pd e al premier Renzi che "prendono tempo su indulto e amnistia", dall'altra c'è l'intesa Forza Italia-Pd sulla proposta della senatrice Nadia Ginetti, relatrice di maggioranza dei ddl per indulto e amnistia. Una nuova divergenza di opinioni in commissione Giustizia certifica ancora una volta i tentennamenti del Pd. Da una parte, per esempio, il senatore Beppe Lumia che si dice contrario a indulto e amnistia perché contro il sovraffollamento carceri, secondo lui, vanno bene già la legge sulle pene alternative e il cosiddetto decreto svuota carceri; mentre non è convinta allo stesso modo la senatrice Nadia Ginetti, anche lei del Pd, che prima di "accantonare" i ddl per amnistia e indulto 2014 chiede un nuovo confronto con il ministro della Giustizia Andrea Orlando a proposito dei nuovi dati sul sovraffollamento carceri alla luce dei nuovi interventi legislativi in favore dei detenuti.

Pubblicità