Come accaduto alle passate elezioni parlamentari del 2010, dopo le quali ci son voluti quasi due anni per formare un nuovo Governo - alla fine l'ha spuntata il socialista Elio Dirupo, anche se il Paese è andato avanti ugualmente essendo basato su un sistema federale - il Belgio si è ritrovato con lo stesso problema dopo le ultime elezioni dello scorso maggio. Anche se questa volta ci è voluto solo qualche mese per formare il nuovo esecutivo, sebbene il risultato elettorale sia stato di nuovo molto frammentato: Nuova Alleanza Fiamminga ha avuto il 20,26% dei voti (dunque 33 seggi), il Partito Socialista l'11,67 per cento (23 seggi in totale), i Cristiani Democratici e Fiamminghi poco meno, l'11,61% di voti e 18 seggi.

Pubblicità
Pubblicità

Tale continua frammentazione politica è dovuta al fatto che in Belgio è ancora molto aperta la frammentazione tra Fiamminghi e Valloni. Ricordiamo che dal 2012 in Belgio si vota solo la Camera, essendo il Senato stato abolito.

Nel nuovo Governo guidato dal liberale francofono Charles Michel, non è però passata inosservata la figura del Ministro della salute, forse per le sue notevoli dimensioni. Trattasi di Maggie De Block, 52 anni, da 25 anni medico di base e dal 2011 già ricoprente incarichi importanti: segretario all'asilo e all'immigrazione, ministro della Giustizia, vicepresidente del suo partito (dei liberal-democratici fiamminghi Open Vld). Dunque avrebbe tutte le carte in regola per quel dicastero: peccato però solo per un particolare, che sta suscitando polemiche e ilarità: è una donna obesa.

Pubblicità

"Il Belgio ha d'ora in poi una ministra della Salute pubblica obesa - ha scritto sul social network Tom Van de Weghe -. Qual è la sua credibilità?", si è chiesto. Sul web poi ci si chiede: "Come medico, Maggie De Block dà un buon esempio?".

Queste polemiche non sono però accettate nelle fiandre, dove la De Block - che vi opera da medico - è molto nota e stimata. La ministra si è così difesa "Penso che queste osservazioni siano sciocchezze. Alla Camera i miei colleghi non mi giudicano in base al mio aspetto fisico". E ancora: "Un medico è una persona fatta di carne e sangue - ha detto -. I miei pazienti non si riferiscono alle mie misure, piuttosto, vengono da me per la qualità delle mie cure". Qualche anno fa a destare scalpore fu la candidatura di un partito dei pedofili. Voi cosa ne pensate? Credete che non sia adatta al suo ruolo perché non dà il buon esempio per il suo aspetto fisico, oppure va giudicata per il proprio operato e non per il suo peso? Insomma, le elezioni in Belgio non passano mai inosservate. #Benessere #Esteri