Dopo l'ispezione nella fatiscente caserma Smiraglia di Bologna, gli svariati incontri avvenuti a Roma con le delegazioni rappresentative delle Forze dell'Ordine e il recente risultato ottenuto sulle Auto Blu che non andranno più all'asta ma in dotazione alla Polizia, i 5stelle si dimostrano ancora molto sensibili nel dare il loro sostegno ai lavoratori dei comparti di soccorso pubblico, sicurezza e difesa civile presentando una nuova risoluzione che impegnerebbe il #Governo nello sblocco degli stipendi alle Forze dell'ordine.

La questione del tetto agli stipendi pubblici

Gli stipendi del settore pubblico subiscono un tetto salariale che si prolunga dal 2010.

Pubblicità
Pubblicità

Le motivazioni dell'introduzione dei tetti sarebbero quelle della mancanza di fondi ed alcuni sostengono anche che, proprio nel particolare caso delle forze dell'ordine, ci siano fin troppi corpi diversi (Polizia, Carabinieri, GDF, Carceraria, Vigili urbani, Provinciale e Vigili del Fuoco) a cui far fronte, mettendo in dubbio il sovranumero di alcuni di questi corpi rispetto alle reali necessità, come ad esempio il discusso Corpo Forestale. Secondo indiscrezioni dello scorso 12 Settembre da L'Espresso, sembrerebbe addirittura che i soldi per lo sblocco ci sarebbero, ma sarebbero stati bloccati da Padoan, Ministro dell'Economia che di fatto avrebbe prolungato il blocco anche per il 2015.

L'annuncio della decisione da parte del Governo ha portato una mobilitazione ferrea dei sindacati delle forze dell'ordine fino alle minacce di scioperi di questa categoria, avvenimento che potrebbe essere più unico che raro nella storia della Repubblica.

Pubblicità

Dopo alcune mobilitazioni di Piazza le istituzioni, in particolare #M5S, hanno incontrato alcune delegazioni delle Forze dell'ordine ed hanno avanzato diverse proposte.

Le risoluzioni e proposte del Movimento 5 Stelle

In data 2 ottobre 2014 M5S ha presentato una risoluzione per impegnare il Governo Renzi a sbloccare il tetto agli stipendi di Sicurezza, difesa e Soccorso Pubblico. La risoluzione arriva dopo diversi emendamenti presentati dopo vari incontri con le forze dell'ordine. Le misure proposte dai grillini sono quelle descritte da Luigi di Maio in occasione dell'incontro con le delegazioni del 16 Settembre scorso, queste sono per la precisione:

  • alzare l'accisa per il Gioco d'azzardo al 1% in modo da ottenere gli 800 milioni di euro di cui si necessita
  • introdurre la possibilità di devolvere l'8x1000 alle Forze dell'ordine (battaglia già vinta dai 5 stelle per l'8x1000 all'Edilizia Scolastica)
  • ripristinare il fondo perequazioni
  • fermare gli affitti d'oro per le caserme, utilizzando le infrastrutture confiscate alla mafia o demaniali
  • battere il chiodo su tagli e sprechi di vario genere ed utilizzarli per finanziare le forze dell'ordine

Parole a cui sembrano susseguire fatti, vista la risoluzione presentata da M5S.

Pubblicità

Le critiche ai 5 Stelle

Alcuni dipendenti pubblici, anche loro soggetti al tetto salariale, hanno avanzato dei dubbi sul fatto che M5S abbia un occhio di riguardo verso determinate categorie tralasciando gli altri comparti pubblici. Dal canto loro i 5 Stelle sostengono che le forze dell'ordine sono un pilastro della società, che diversamente da altre categorie di impiegati pubblici spesso rischiano la propria vita per fare il loro lavoro e non ultimo: garantiscono la sicurezza di tutti i cittadini. Va ricordato che anche le forze di soccorso come i Vigili del Fuoco fanno parte di questa categoria.