In attesa di una nuova settimana di #Sondaggi politici e intenzioni di voto da parte di vari istituti, vediamo gli ultimi sondaggi elettorali noti al 12 ottobre 2014. Metteremo a confronto i dati percentuali partiti e coalizioni che come spesso accade differiscono fra 3 istituti (SWG, Demos per Repubblica e Ixè per Agorà) che riporteremo qui di seguito. Per ognuno potrete vedere anche chi sale e chi scende rispetto alle ultime rilevazioni.

Sondaggi politici Swg: le intenzioni di voto elettorali

Il #Pd al 38,4% sale dello 0.8% rispetto all'ultima rilevazione datata 2 ottobre. In rialzo anche il M5S (+1,3%) che si attesta al 20,8%.

Pubblicità
Pubblicità

Guadagna anche FI al 17,9% (+0,8%). Stavolta contrariamente al trend del dopo elezioni europee, la Lega Nord scende al 7,9% (-0,7%). La somma dei dati di Nuovo Centrodestra e UDC da 4,4% (+0.9%), stabile invece Fratelli d'Italia-An con il 3,7%. SEL perde lo 0,9% e scende al 2,2%, trend negativo anche per Rif. Comunista all'1,3% (-0,7%).

L'area di Centrosinistra sommando anche altre forze politiche molto minori nei consensi, raggiunge il 42,8% e perde 1 punto secco. La coalizione di Centrodestra invece, guadagna lo 0,9% e viene stimato al 34,5%. Significativa la percentuale di coloro che non si esprimono che sale al 46,2%.

Sondaggi politici Demos/Repubblica: le intenzioni di voto elettorali

Qui, la percentuale di chi sale e chi scende è riferita all'ultima rilevazione del mese di settembre.

Pubblicità

Il PD viene indicato al 41,2% (+0,1%). Il #M5S è stimato al 19,6%, in calo dello 0,4% mentre molto più consistente la perdita di consensi di Forza Italia (-3,0%) che si attesta al 15,6%. Addirittura di quasi 2 punti il rialzo della Lega Nord che sale all'8,8% mentre il dato di SEL e degli altri partiti di Centrosinistra viene indicato nel totale: 5,7%, dato pressochè stabile.

Sale e non di poco Fratelli d'Italia-An al 3,8% (+1,7%) mentre molto basso il dato complessivo di NCD+UDC al 2,6% e in calo dello 0,3%. Il sondaggio non precisa i dati per coalizioni, ma sostanzialmente quello che perde FI nel Centrodestra lo recuperano i presunti partiti alleati, più o meno stabile anche il Centrosinistra che dunque rimane ben oltre il 45%.

Sondaggi politici Ixè/Agorà: le intenzioni di voto elettorali

La differenza è segnalata rispetto alla rilevazioni della prima settimana di ottobre. Il PD al 39,9% perde lo -0.3%, stesso calo per Forza Italia che si attesta al 15,4%. Il M5S guadagna mezzo punto e sale al 21,3%.

Pubblicità

La Lega Nord rimane ferma all'8,0% mentre Fratelli d'Italia-An al 3,1% è in lievissimo calo (-0,1%). SEL al 2,6% cresce di appena lo 0,1%, sale il Nuovo Centrodestra al 2,4% (+0,2%) e altrettanto fa l'UCD con l'1,9% (+0,5%). La coalizione del Centrosinistra è stimata al 43,4% in calo dello 0,4% mentre il Centrodestra al 31,3% sale solo dello 0,2%. Altri partiti 3,0% e il partito del non voto raggiunge il 33,7%.

Le solite incongruenze fra le intenzioni di voto rilevate dai diversi istituti, e alla luce di una legge elettorale ancora non passata al vaglio del Senato, non si capisce bene chi e con quanti seggi finisca alla Camera. Soglie di sbarramento e Porcellum sono ancora in alto mare. Secondo voi ci saranno elezioni anticipate, magari già nel 2015?