Nuovo appuntamento con la nostra rubrica dedicata ai sondaggi elettorali politici: oggi passiamo in rassegna i dati che sono stati resi noti in queste ore dall'Istituto Piepoli, realizzati per l'Ansa. Stando alle ultimissime intenzioni di voto registrate in queste ore dall'istituto Piepoli, bisogna registrare un leggero calo per il Partito Democratico del premier #Matteo Renzi, che la scorsa settimana, complice anche le sue diverse ospitate in televisione, tra cui quella da Barbara D'Urso a Domenica Live, aveva registrato un incremento nel numero delle preferenze.

Il calo del Pd di Renzi, però, non è l'unico registrato dai sondaggi elettorali politici di queste ore, visto che anche il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, ha registrato una nuova flessione nel numero degli elettori.

Pubblicità
Pubblicità

Vediamo nel dettaglio i dati dell'istituto Piepoli relativi ai #Sondaggi politici elettorali di oggi 30 ottobre.

Sondaggi politici di oggi: sale Forza Italia di Berlusconi

I sondaggi politici di oggi 30 ottobre 2014, mettono in evidenza che al momento il Partito Democratico di Renzi è quotato dal 40% degli Italiani, in calo dello 0.6% rispetto al sondaggi della scorsa settimana. Questa perdita di voti del PD, tuttavia, viene acquisita da Sel di Nichi Vendola, che passa dal 3 al 3.5%. In totale la coalizione di centrosinistra è quotata al 45% delle preferenze.

Come vi dicevamo, stando ai dati di Piepoli, viene registrato un calo anche per il Movimento 5 stelle di Grillo, che passa dal 21% al 20.50%, in calo, quindi, dello 0.5% delle preferenze. Grillo, tuttavia, mantiene la posizione di secondo partito (anche se in questo caso si tratta di movimento) più quotato dagli Italiani.

Mentre Renzi e Grillo perdono quota, #Silvio Berlusconi e Forza Italia registrano lo 0.5% in più rispetto al sondaggio della scorsa settimana e arrivano al 15.1%.

Pubblicità

Stabile la Lega Nord di Salvino all'8%, seguita da Ncd al 3% e da Fratelli d'Italia della Meloni sempre al 3%. In totale la coalizione di centrodestra si assesta su una media del 29.5% delle preferenze.