Dopo le recenti dichiarazioni sul caso Cucchi, che vi abbiamo segnalato durante gli scorsi giorni con un articolo di approfondimento, è tornato nuovamente ad esprimersi sul problema del sovraffollamento  e dello stato di disagio presenti nelle strutture di reclusione italiane il Presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso, spiegando che l'attuale sistema ha necessità di essere riformato in modo profondo. A concordare con le sue parole sono in effetti esperti di diritto, medici, rappresentanti sindacali delle forze dell'ordine e delle istituzioni, nonché anche le massime autorità ecclesiastiche: ci riferiamo ovviamente a Papa Francesco e alle sue parole di dura condanna per le attuali condizioni carcerarie, da lui stesso equiparate nei casi peggiori alla tortura.

Pubblicità
Pubblicità

Grasso sugli ospedali psichiatrici giudiziari: "incostituzionali"

Nel suo ultimo intervento, il Presidente del Senato ha voluto sottolineare il problema degli ospedali psichiatrici giudiziari (Opg), che sarebbero tutt'ora a rischio d'incostituzionalità. "voglio esprimere a voi che lavorate [...] per la tutela dei diritti dei malati di mente [...] il mio plauso per l'opera che svolgete quotidianamente". Grasso è intervenuto durante il seminario "salute mentale, ospedali psichiatrici giudiziari e diritti umani", tenutosi presso "Palazzo Giustiniani". 

#amnistia e #indulto 2014: prosegue l'esame dei 4 ddl unificati al Senato della Repubblica

L'intervento del Presidente del Senato è particolarmente attuale, visto che proprio in quel contesto si sta cercando di portare avanti da mesi l'unificazione dei 4 ddl di legge presentati dai senatori Manconi, Compagna, Buemi e Barami. La commissione giustizia sarebbe però ancora in attesa dei primi risultati derivanti dall'applicazione dello svuota carceri 2014, il provvedimento risalente alla scorsa estate attraverso il quale l'esecutivo Renzi ha dato il via libera a delle misure alternative alla carcerazione per coloro che hanno commesso reati minori.

Pubblicità

Grazie a delle specifiche convenzioni siglate tra #Governo e le singole Regioni, molti detenuti potrebbero vedersi aprire le porte del carcere in favore di attività da svolgere all'interno di associazioni e realtà con finalità sociali.

Lo svuota carceri 2014 sta funzionando davvero? Si aspettano i dati da Governo e Ministero della Giustizia 

Ma il problema ora sarebbe comprendere l'esatta portata e l'effetto ottenuto con questo provvedimento, visto che la Commissione Giustizia sarebbe spaccata tra chi vorrebbe proseguire nella strada delineata da Renzi e Orlando, mentre dall'altra parte vi è chi vede una soluzione realmente efficace solo nell'attuazione di provvedimenti generalizzati di amnistia e indulto. E voi, cosa pensate al riguardo? Come sempre, restiamo a disposizione con i commenti del sito per dare voce alle vostre idee. Se invece desiderate restare aggiornati sulle ultime novità riguardanti amnistia e indulto, potete utilizzare il pulsante "segui" disponibile in alto, sotto al titolo.

Pubblicità