Gli ultimi aggiornamenti sul sovraffollamento carcerario ci portano direttamente negli Stati Uniti d'America, dove il Ministro Orlando sta partecipando ad un vertice in corso tra Usa e Italia. A margine dell'incontro, il Guardasigilli avrebbe spiegato di ritenere corretta la decisione presa dalla Corte di Giustizia Europa, sul respingimento dei ricorsi presentati dai carcerati, a causa delle gravi condizioni di sovraffollamento presenti nelle carceri italiane. Come abbiamo sottolineato in un nostro recente articolo su amnistia e indulto, l'indirizzo politico dell'esecutivo Renzi ritiene sufficienti le misure prese con lo svuota carceri 2014, che consistono nel garantire misure alternative alla reclusione per chi ha commesso reati minori e nell'offrire dei risarcimenti a chi ha subito condizioni ingiuste di detenzione.

Pubblicità
Pubblicità

Purtroppo, sembra che alla prova dei fatti i problemi presenti all'interno dei penitenziari italiani persistono, tanto più che proprio l'atteggiamento adottato dal #Governo Renzi sulla questione starebbe bloccando i lavori per la concessione di #amnistia e #indulto nel 2014 presso la Commissione Giustizia del Senato.

Giustizia Minorile:  si conclude il "concorso letterario intitolato Goliardia Sapienza".

Nel frattempo è arrivato a conclusione il "concorso letterario Goliardia Sapienza"; nella giornata di ieri si è tenuto un incontro con i giovani partecipanti, presso la "casa circondariale di Regina Coeli". Secondo quanto riportato dal Ministero della Giustizia, i giovani reclusi sono stati affiancati da tutor e insegnanti nell'adesione al concorso, mentre i racconti e le poesie dei finalisti troveranno pubblicazione all'interno del libro "il giardino di cemento armato", edizione Rai.

Pubblicità

Si tratta sicuramente di un esempio positivo su come le istituzioni possano impegnarsi per rendere il carcere un reale percorso di riflessione e recupero per l'individuo, al contrario di quanto purtroppo avviene spesso negli istituti di reclusione destinati ad accogliere gli adulti. E voi, cosa pensate al riguardo? Come sempre, restiamo a disposizione per pubblicare i vostri commenti sull'articolo. Se invece volete conoscere le ultime notizie riguardanti il delicato tema di amnistia e indulto, potete utilizzare la funzione "segui" disponibile in alto.