Dopo le dimissioni della Mogherini molti si chiedono chi è Paolo Gentiloni, il nuovo ministro degli esteri del #Governo Renzi. Vediamo quindi in breve la biografia e la storia politica di Gentiloni, che ha da poco preso il posto di Francesca Mogherini dopo che quest'ultima ha abbandonato l'incarico per divenire Alta rappresentante dell'Unione Europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza. Il toto nomi per il nuovo ministro era impazzato nei giorni scorsi, si facevano nomi di giovani esponenti del PD, ma alla fine, e decisamente a sorpresa, alla fine a prevalere è stato un nome tutt'altro che nuovo. Vediamo allora una breve biografia di Paolo Gentiloni Silveri: nato nella capitale nel 1954, il nuovo ministro degli esteri del Governo presieduto da Matteo Renzi proviene da una famiglia dal nome pesante (imparentata con Vincenzo Ottorino Gentiloni, noto per il famoso patto); ha studiato a Roma dove si è laureato in scienze politiche all'Università la sapienza, per poi svolgere attività giornalistica, dopo essere entrato nell'ordine dei professionisti nel 1990.

Pubblicità
Pubblicità

La sua vita è stata scandita da una lunga e importante carriera politica.

Per capire chi è Paolo Gentiloni, nuovo ministro scelto da #Matteo Renzi al posto di Federica Mogherini, è difatti fondamentale analizzarne la storia politica. Negli anni Novanta Gentiloni viene nominato portavoce dal sindaco in carica dell'epoca, Francesco Rutelli, per poi divenire assessore al Giubileo e al Turismo della capitale. Nel 2001 Gentiloni diventa deputato con La Margherita, entrando a far parte della commissione trasporti e della commissione sui servizi radio e TV della XIV legislatura. Nel 2005 e 2006 ha presieduto la commissione per la vigilanza sulla Rai e nel 2006 è stato rieletto alla Camera e dallo stesso anno, con il governo Prodi II, è stato nominato ministro delle Comunicazioni.

Pubblicità

Paolo Gentiloni è quindi entrato a far parte del Partito Democratico e si è ricandidato ed è stato rieletto nella XVI legislatura, tornando a far parte della commissione trasporti e della commissione per la comunicazione dal 2008 al 2013. Va inoltre ricordato che il nuovo ministro degli esteri del Governo Renzi si è candidato nel due anni fa alle elezioni come sindaco di Roma, risultando terzo tra le preferenze di voto. Alle elezioni politiche dello scorso anno Paolo Gentiloni viene rieletto e occupa un posto nella commissione Affari esteri e comunitari. Infine Gentiloni, considerato alquanto vicino alle posizioni del premier Renzi, viene nominato dallo stesso Ministro degli Affari Esteri. Gentiloni è quindi un politico di lungo corso, dalla lunga esperienza e vicino alle idee politiche dell'attuale presidente del consiglio, ma con una competenza specifica negli affari esteri che tuttavia non sembra spiccata, o quantomeno non al livello di quella posseduta da altri candidati alla poltrona da ministro.