La commissione Giustizia del #Senato della Repubblica, presieduta dal senatore di Forza Italia Francesco Nitto Palma, riprende i lavori domani martedì 25 novembre alle 14. Nel calendario dei lavori parlamentari della commissione Giustizia di Palazzo Madama figurano all'ordine del giorno alcuni dei disegni di legge già incardinati in commissione e in discussione da diversi mesi, come i ddl per amnistia e indulto 2014. Intanto a sollecitare la riforma della giustizia, parlando anche della necessità di cambiare le norme sulla prescrizione dei reati, il presidente del Senato Pietro Grasso.

Amnistia e indulto, corruzione e riciclaggio, coppie gay: calendario commissione Giustizia Senato

Tra questi ddl, oltre a proposte di legge per la riforma della giustizia, anche quelli per la concessione di #amnistia e #indulto 2014, i provvedimenti di clemenza generale ad efficacia retroattiva auspicati dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano per far fronte al sovraffollamento carcerario e rispettare i diritti dei detenuti sanciti dalla Costituzione italiana e dalla Convenzione europea.

Pubblicità
Pubblicità

Oltre ai disegni di legge per la concessione di amnistia e indulto - su cui però si fa fatica a trovare la necessaria maggioranza dei due terzi visto che il Governo Renzi non si è ancora espresso favorevolmente alle misure straordinarie di clemenza - prosegue l'esame dei disegni di legge per la disciplina delle coppie di fatto e delle unioni civili, quindi anche delle coppie gay. Inoltre si continua a discutere della proposta di legge con le nuove norme sulla corruzione, sul voto di scambio, sul falso in bilancio e sul riciclaggio di denaro sporco. La commissione Giustizia si riunirà domani in forma congiunta con la commissione Bilancio e Finanze di Palazzo Madama per esaminare il ddl sul rientro dei capitali dall'estero.

Riforma giustizia, amnistia e indulto, prescrizione: parla il presidente del Senato Pietro Grasso

Questi alcuni degli argomenti più spinosi che stanno nell'agenda della riforma della giustizia italiana che così come tutte le altra riforme, a partire dalla riforma del lavoro e dalla riforma Pa e pensioni, vengono considerate prioritarie e urgenti dal presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso che  ha rilanciato il suo appello per le riforme.

Pubblicità

"Io aspetto almeno da 20 anni - ha detto il presidente del Senato della Repubblica Pietro Grasso, parlando al vertice antimafia organizzato a Bagno a Ripoli (Firenze) dalla fondazione Antonino Caponnetto - la riforma della giustizia". Una riforma necessaria "soprattutto perché la giustizia sia più celere, nel rispetto - ha sottolineato la seconda carica dello Stato - delle garanzie della difesa, ma che cerchi di superare questa lentezza, perché una giustizia che ritarda - ha aggiunto - è una non giustizia". "Ormai da mesi - ha proseguito Pietro Grasso che auspica nuove norme anche sulla prescrizione - sulla riforma della giustizia penale c'è una difficoltà politica - ha sottolineato - a giungere a soluzioni equilibrate e condivise". Nessun riferimento da parte del presidente del Senato dei quattro disegni di legge per la concessione di amnistia e indulto 2014 il cui esame parlamentare riprende domani a Palazzo Madama.