Il terzo governo tecnico Renzi sta varando la manovra finanzia per la Legge di Stabilità 2015 e oltre agli ammortizzatori sociali come il bonus bebè ha introdotto nella bozza interessanti novità e prorogato per tutto il 2015 le #Detrazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie al 65%, gli Ecobonus al 50%, e il Bonus Mobili per l'acquisto di elettrodomestici e mobili al 50%.

La novità introdotta nella bozza della Legge di Stabilità, come si evince sul sito online delle PM è che per il 2015 sarà possibile usufruire del Bonus Mobili indipendentemente dai lavori di ristrutturazione edilizia o riqualificazione energetica, tuttavia nel 2016 l'Ecobonus scenderà al 36%, il presidente di Federmobili Confcommercio, Mauro Mamoli ha dichiarato di essere soddisfatto della decisione del premier #Matteo Renzi, necessaria per incentivare per la ripresa economica del settore.

Pubblicità
Pubblicità

I risultati positivi delle detrazioni e dei bonus sono stati resi noti dal sito delle PM, dove si evince che sono state più di 355 mila le richieste del 2013 per la detrazione fiscale del 65%, un risparmio energetico del 25% registrato dai contatori ufficiali, quasi 2 milioni di euro di spesa nel 2013 e 2014 relativa al Bonus Mobili, e secondo la Camera dei Deputati le detrazioni ristrutturazione e risparmio energetico, ecobonus fiscali sulla casa nel 2014 ammontano a 33 miliardi di euro circa.

Tuttavia il governo Renzi non ha confermato i bonus per gli interventi antisismici che continueranno a godere del bonus del 65% fino al 31 dicembre 2014, mentre scenderanno al 36% dal 1 gennaio 2016, inoltre ci saranno aumenti riguardo la ritenuta sui bonifici bancari e postali al momento del pagamento che crescerà dal 4% all'8%.

Infine per semplificare la vita dei contribuenti italiani il premier Matteo Renzi aveva nei mesi scorsi proposto di unificare la "vecchia" Imu, Tari e Tasi, in un'unica tassa sull'abitazione principale e con aliquote per le abitazioni secondarie; ad ogni modo la tassa unica sulla casa è solo un'ipotesi e al momento non rientra nella Legge di Stabilità 2015.

Pubblicità

#Incentivi energia