Ennesimo sondaggio politico elettorale settimanale. Stavolta sono state rese note le intenzioni di voto elettorali Ixè-Agorà del 21 novembre 2014 insieme ad altri #Sondaggi politici che riguardano la fiducia nei leader, nel governo, sulle priorità su cui dovrebbe concentrarsi il suo operato, infine gli italiani si sono espressi sullo sciopero generale dei sindacati Cgil e Uil.

Sondaggi politici elettorali Ixè per Agorà del 21/11/2014: le intenzioni di voto

Il trend rispetto ai partiti maggiori non differisce molto rispetto ad altri sondaggi elettorali effettuati nel corso di questa settimana, anche se è possibile notare come l'entità delle variazioni e la valenza in percenuali siano a volte molto diverse.

Pubblicità
Pubblicità

Il PD al 38,2%, è in calo dello 0,3% rispetto ai dati della rilevazione precedente dello stesso istituto risalente a 7 giorni fa. In flessione anche il #M5S al 19,8%, perde lo 0,2%. Stabile Forza Italia al 15,0% mentre la Lega Nord arriva al 9,0% con un rialzo dello 0,3%.

Relativamente alle forze politiche minori che cercano di raggiungere la soglia di sbarramento del 4% prevista dall'Italicum, anche se potrebbe cambiere al 3% o al 5% (il che farebbe tutta la differenza del mondo) con le nuove modifiche sulla legge elettorale per cui Renzi e Berlusconi in virtù del Patto del Nazareno, stanno cercando un accordo per ora lontano.

Fratelli d'Italia-An al 3,4%, scende dello 0,1%; sorpsasso di SEL al 3,5% in aumento dello 0,3%. Il Nuovo Centrodestra latita al 2,8% ma guadagna lo 0,1%, sale anche UDC al 2,2% (+0,1%).

Pubblicità

In lieve calo Rif.Comunista all'1,9% (-0,1%), seguono i Verdi all'1,4% (+0,1%).

Più di un terzo dell'elettorato italiano si divide tra astenuti e indecisi per un totale del 35,9%.

Sondaggi politici elettorali Ixè per Agorà del 21 novembre 2014: la fiducia nel Governo Renzi e nei leader

Il Premier #Matteo Renzi segue il trend del Partito Democratico, il consenso è sceso al 43%, 2 punti in meno rispetto alla settimana scorsa. Stabile Napolitano al 38%, Salvini al 22% sale di 1 punto mentre Grillo lo perde attestandosi al 16%. Dato invariato per Berlusconi al 15%, cresce di 1 punto il consenso per Alfano che giunge al 13%.

Per confrontare questi numeri con quelli diffusi da un altro istituto, leggete i sondaggi Euromedia Ballarò.

E la fiducia nel Governo Renzi? Continua da ormai un mese inevitabilmente il suo declino che scende di 2 punti e crolla al 41%. E pensare che il 17 ottobre 2014 il dato era al 47%.

Sondaggi politici elettorali Ixè-Agorà 21/11/2014: le priorità del Governo e lo sciopero generale Cgil e Uil

Gli italiani non sono interessati alle Riforme, ma solo al lavoro e alla ripresa economica.

Pubblicità

Ma entriamo nel dettaglio quantificando le loro risposte su 6 possibilità.

  1. Favorire la ripresa economica 44%
  2. Aiutare chi perde il lavoro 22%
  3. Ridurre sprechi e spese 20%
  4. Mettere in sicurezza il territorio 6%
  5. Fare le riforme istituzionali 4%
  6. Rendere più sicure le città 3%
  7. Non si esprime 1%

Sullo sciopero generale indetto dai sindacati Cgil e Uil per il 12 dicembre 2014, il 47% degli intervistati sostiene che sia giusto, il 34% lo ritiene errato, il 19% non si pronuncia.