Continua ad alimentarsi il dibattito sulla giustizia italiana. Nella giornata di oggi il Ministro Andrea Orlando ha partecipato alla "giornata della trasparenza" attraverso un convegno organizzato presso la sede del Ministero: il programma ha previsto gli interventi di Raffaele Cantone, Presidente dell'autorità nazionale anticorruzione e di Raffaele Piccirillo, direttore generale della Giustizia Penale. "Contro la corruzione il sistema di anticorpi non può essere basato solo su di un deterrente penale" ha affermato il guardasigilli "è fondamentale anche agire sul fronte della prevenzione e della trasparenza delle istituzioni". In questo modo Orlando conferma la linea già adottata sull'#amnistia e l'#indulto, ovvero sul fatto che la riabilitazione deve basarsi sulle alternative alla carcerazione. 

Papa Francesco scrive lettera ai detenuti di Latina sul disagio della carcerazione

Negli scorsi giorni è invece intervenuto sulla questione dell'amnistia e dell'indulto Papa Francesco, che ha deciso di scrivere una lettera in favore dei carcerati di Latina, ricordando la propria posizione a favore di un atto di clemenza, augurandosi che "il tempo passato o che state trascorrendo nella casa circondariale di Latina vangano visti non come tempo perso o una temporanea punizione, ma come un'ulteriore occasione di autentica crescita, per trovare la pace del cuore e la forza per rinascere".

Pubblicità
Pubblicità

Già in passato il Pontefice si era espresso contro il grave problema del sovraffollamento carcerario e la pratica dell'ergastolo, ma aveva additato anche il concetto di carcerazione preventiva, che lui stesso considerava contrario ai principi di tutela dei diritti umani. Per dare forza ai propri pensieri, Papa Francesco ha infine ospitato in Vaticano un detenuto condannato all'ergastolo.

Proseguono gli episodi di disagio all'interno delle carceri: appelli per amnistia e indulto

Nel frattempo proseguono gli episodi allarmanti all'interno delle carceri, ad indicare che il problema del sovraffollamento risulta tutt'altro che risolto. Il sindacato di polizia Sappe ha denunciato la notizia di un tentato suicidio nel carcere di Aurelia quattro giorni fa, sventato grazie all'arrivo degli agenti.

Pubblicità

È chiaro però che l'attenzione resta ancora elevata sugli avvenimenti critici nei penitenziari italiani, anche perché l'emergenza sembra tutt'altro che terminata nonostante la svolta positiva che si è avuta con le recenti misure di pene alternative alla carcerazione.

Restiamo a vostra disposizione con lo spazio commenti del sito; se invece desiderate conoscere tutte le ultime novità in merito ad amnistia e indulto, potete sfruttare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, sotto al titolo dell'articolo.  #Governo