Continua a mantenersi elevati i toni sul delicato tema dell'#amnistia e dell'#indulto; la discussione si sta spostando evidentemente sulla reale efficacia dei provvedimenti svuota carceri adottati nell'estate del 2014, che hanno portato sì alla scarcerazione di circa 6000 individui, ma che da molti sono ritenuti ancora troppo blandi per risolvere il grave problema del sovraffollamento. Ma dopo la recente grazia ricevuta dalla Corte di Giustizia europea, il #Governo Renzi appare sempre più convinto di aver scelto la strada giusta, tanto che il Ministro Orlando è recentemente intervenuto in difesa del proprio operato ad un convegno tenutosi a Brescia sulla "giustizia efficiente".

Pubblicità
Pubblicità

Tra i partecipanti il sindaco della città Emilio Delbano e i membri della Commissione Giustizia alla Camera Giuseppe Guerini e Alfredo Bazoli.

Secondo il Ministro Andrea Orlando il Governo Renzi è stato premiato per la propria attività di contrasto al sovraffollamento

La posizione del Ministro Orlando in merito alla decisione presa in sede Ue resta molto netta; secondo il guardasigilli con la conferma della bontà del provvedimento svuota carceri 2014 "viene premiato il lavoro fatto in questi mesi, che ha visto superare le criticità" del sovraffollamento. Per il membro dell'esecutivo Renzi, i provvedimenti intrapresi sarebbero più che sufficienti per evitare una condanna relativa alla violazione dei diritti umani, perché il problema "è stato superato". Nonostante i buoni risultati raggiunti, non la pensano allo stesso modo le molte persone che si trovano a lavorare all'interno delle stesse strutture penitenziarie.

Pubblicità

Fabrizio Bonino, responsabile del sindacato di polizia Sappe, ha spiegato negli scorsi giorni in un'intervista al Corriere dell'Umbria che le parole del Ministro non trovano secondo i baschi blu una conferma nella realtà: "gestiamo l'esasperazione dei drammi umani. Prima dei proclami, sarebbe meglio verificare dati e circostanze". È chiaro che sul punto vi è un problema di ordine ideologico, perché questo approccio da parte dei decisori pubblici nega la possibilità di arrivare ad un vero e proprio atto di clemenza generalizzato, che invece si stava tentando di perseguire presso la Commissione Giustizia al Senato, attraverso l'esame dei 4 ddl unificati sul tema dell'amnistia e dell'indulto.

E voi, cosa pensate di queste recenti dichiarazioni e dell'efficacia del provvedimento svuota carceri 2014? Come sempre mettiamo a disposizione la funzione dei commenti di questo sito per permettervi di esprimere la vostra opinione sull'argomento. Se invece desiderate ricevere tutti gli ultimi aggiornamenti sul tema dell'amnistia e dell'indulto, potete utilizzare la funzione "segui" che trovate in alto, sotto al titolo.