I quattro ddl per la concessione di amnistia e indulto eliminati, almeno per il momento, dal calendario dei lavori parlamentari del Senato della Repubblica nei primi giorni di gennaio 2015; ma non è ancora risolto, per ammissione dello stesso ministro della Giustizia Andrea Orlando, il problema del sovraffollamento carceri. Intanto, tra le ultime notizie dal "mondo carceri" si apprende due nuovi suicidi dietro le sbarre nei giorni tra le feste di Natale e Santo Stefano.

Sovraffollamento carceri, amnistia e indulto: due nuovi suicidi dietro le sbarre tra Natale e Capodanno

Sono 19, negli ultimi 5 anni, le persone detenute che si sono uccise nel corso delle festività natalizie non riuscendo più a sopportare il peso del carcere dove spesso si vive in condizioni inumane e degradanti anche a causa del sovraffollamento carceri contro il quale il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano chiede al Parlamento l'approvazione di amnistia e indulto.

Pubblicità
Pubblicità

A denunciare i nuovi suicidi in carcere tra Natale e Santo Stefano è l'Osservatorio permanente delle morti in carcere. Ad uccidersi nel carcere di Trani, in provincia di Bat (Puglia) il 25 dicembre, alle ore 7 del mattino, impiccandosi con una corda, è stato C.B., trentunenne, che stava scontando una pena per detenzione di sostanze stupefacenti; il ragazzo sarebbe uscito dal carcere nel febbraio 2015 al termine dell'esecuzione della pena. Mentre nella notte tra Natale e Santo Stefano (25 e il 26 dicembre) a togliersi la vita nel carcere Pagliarelli di Palermo è stato - ha riferito l'Osservatorio permanente delle morti in carcere - il detenuto M. A., quarantaquattenne di Firenze che lavorava come giardiniere a Palermo: aveva presentato ricorso dopo una condanna in primo grado di giudizio.

Amnistia e indulto, ultime novità dal Senato: cancellati per gennaio 2015 i quattro ddl per la clemenza

Questo è quanto continua ad avvenire nelle carceri, dove mancano seri programmi di rieducazione, formazione, lavoro e reinserimento sociale dei detenuti e dove, nonostante i miglioramenti declamati dal #Governo Renzi, resta grave la situazione di sovraffollamento carcerario già sanzionato dalla Corte eruopea dei diritti dell'uomo di Strasburgo.

Pubblicità

Intanto, mentre proseguono gli appelli per #amnistia e #indulto dei Radicali italiani guidati da Rita Bernardini e Marco Pannella la commissione Giustizia del Senato della Repubblica, presieduta dal senatore di Forza Italia Francesco Nitto Palma, ha momentaneamente cancellato dal calendario dei lavori dei primi giorni di gennaio 2015 la prosecuzione dell'esame congiunto dei quattro disegni di legge per amnistia e indulto.

Amnistia e indulto, Renzi e Berlusconi: nel 2015 arriverà il testo unificato Pd-Forza Italia?

Probabilmente sarà però presentato, come del resto già stabilito dalla commissione Giustizia di Palazzo Madama, il tanto atteso testo unificato Pd-Forza Italia per indulto e amnistia 2015. Il testo unificato per amnistia e indulto 2015 dovrebbe essere redatto dai relatori dei quatto ddl dei senatori Luigi Manconi e Luigi Compagna, Enrico Buemi e Lucio Barani: il senatore Ciro Falanga (di Forza Italia si Silvio Berlusconi, relatore di minoranza) e la senatrice Nadia Ginetti (del Partito democratico di Matteo Renzi, relatrice di maggioranza).

Pubblicità