Se si votasse oggi, verso chi andrebbero le intenzioni di voto? Secondo gli ultimi sondaggi politici elettorali il #Pd è saldamente in testa insieme al centro sinistra nel complesso: centrodestra staccato con la #Lega Nord in forte ascesa e Forza Italia lontana dai tempi migliori. La fiducia nel Premier Matteo Renzi è in calo, tant’è che ormai da mesi si vocifera che negli ambienti del Partito Democratico si sta pensando ad elezioni anticipate per intercettare un trend tutto sommato ancora favorevole ed andare al governo da soli, scrollandosi di dosso Alfano e i suoi di Nuovo Centrodestra. Nelle rilevazioni odierne confrontiamo i dati degli istituti specializzati SWG e CISE.

Pubblicità
Pubblicità

Sondaggi politici oggi SWG: Pd e Renzi saldamente in testa in caso di elezioni anticipate

Il sondaggio di SWG fotografa la seguente situazione:

  • Partito Democratico 38,6%
  • Nuovo Centrodestra e UDC 4%
  • Scelta Civica 0,7%
  • Altri area di governo 0,8%

I partiti attualmente al governo sono al 44,4% anche se tale alleanza appare piuttosto inverosimile visto che lo spazio naturale di Alfano è il centrodestra.

Per quanto riguarda poi le opposizioni, la situazione è riportata di seguito:

  • Movimento 5 Stelle 17,8%
  • Forza Italia 14%
  • Lega Nord 11,2%
  • Fratelli d’Italia 3%
  • Sinistra Ecologia e Libertà 3,3%
  • Rifondazione Comunista 2,1%
  • Verdi 0,6%
  • Altri 3,6%
  • Non si esprimono 45%

Sondaggi elettorali oggi, CISE per Il Sole 24 Ore: Renzi avanti 10 punti su Salvini

Il sondaggio di Cise per il quotidiano Il Sole 24 Ore ritrae una situazione differente rispetto all’altro istituto:

  • Partito Democratico 39,3%, Sinistra Ecologia e Libertà 5,5%: totale centrosinistra 44,8%
  • Forza Italia 15%, Lega Nord 14,3%, Fratelli d’Italia 2,7%, NCD – UDC 2,8: totale centrodestra 34,8%
  • Movimento 5 Stelle 18,6%, altri 1,8%.

Secondo i dati pubblicati dal quotidiano di Confindustria la fiducia nei confronti del Premier Matteo Renzi è al 46%, ben lontana dalle percentuali da luna di miele dei primi tempi.

Pubblicità

Segno che il consenso è in calo ma anche che le scelte messe in campo dall’esecutivo su Jobs Act e Pensioni dividono, come è anche normale che sia. Ad oggi, comunque, se si votasse con l’Italicum il PD dovrebbe avere la maggioranza alla Camera dei Deputati. Ma, come sempre, stiamo parlando di sondaggi da prendere con il beneficio d’inventario. #Sondaggi politici