Il Sole 24 Ore ha pubblicato l'esito dei #Sondaggi politici elettorali dell'istituto Cise che dopo due anni torna a elaborare le sue intenzioni di voto. Vedremo dunque lo scenario politico nel caso si votasse oggi alla Camera e metteremo i dati a confronto con una media tratta dai sondaggi elettorali di altri 6 istituti.

Sondaggi politici elettorali Cise/Sole 24 Ore del 7 dicembre 2014: Lega devastante, tiene il PD

E' sempre interessante vedere un sondaggio elettorale inedito, per confrontare le sue intenzioni di voto ai partiti politici con quelli resi noti dagli istituti che quasi sempre a cadenza settimanale ci forniscono un quadro della situazione nel caso si andasse a elezioni politiche anticipate. Partiamo dal PD che viene stimato al 39,3%, un dato che supera la media di altri sei istituti che ci restituisce invece un 38,1%. Anche il M5S con il 18,6%, è leggermente al di sopra del dato medio che si attesta al 18,0%. Fin qui non sembrano esserci eccessive discordanze, ma attenzione al dato della #Lega Nord molto vicino a quello di #Forza Italia, entrambi (soprattutto per Salvini) ben superiore ad altre rilevazioni. Il partito di Berlusconi, Forza Italia, viene stimato al 15,0% che risulta essere ottimista rispetto alla media degli altri sondaggisti (13,8%). Clamoroso il dato della Lega Nord al 14,3%, qui conviene soffermarsi un attimo. La media è dell'11,9%, risultato delle rilevazioni effettuate da 6 istituti, fra cui la parte più bassa dei consensi è addirittura del 10,1% assegnata dai sondaggi politici Ixè. Ma anche volendo andare a pescare fra le previsioni più ottimistiche, l'istituto che si avvicina di più è Demopolis con il 13,0%.

Sondaggi politici elettorali Cise/Sole 24 Ore del 7 dicembre 2014: stupisce SEL, CSX +10% sul CDX

Andiamo ai partiti politici minori.

Pubblicità
Pubblicità

Molto basso il consenso per NCD-UDC che raggiunge appena il 2,8%, un punto in meno rispetto alla media sondaggi. Stesso discorso per Fratelli d'Italia-An che con il 2,7% (come d'altronde gli alleati Alfano-Casini) non raggiungerebbe la soglia di sbarramento del 4% prevista dalla provvisoria legge elettorale Italicum. Abbastanza sorprendente il dato di SEL, il partito di Vendola sarebbe addirittura al 5,5%, tenendo conto che gli altri sondaggisti non lo hanno mai dato sopra il 4% dalla notte dei tempi, la cosa fa riflettere. CISE fornisce anche la percentuale di fiducia nel Governo Renzi che sarebbe al 46%. Per quanto concerne le possibili coalizioni, il Centrosinistra avrebbe un vantaggio di 10 punti sul Centrodestra (44,8% vs 34,8%).