Non accenna a placarsi la polemica relativa alle recenti votazioni per decretare il prossimo candidato alla presidenza della regione ligure, dato che lo sconfitto Cofferati ha pubblicamente dichiarato di voler abbandonare il centrosinistra, reo a suo avviso di aver permesso alla vincitrice Paita di aver scambiato i propri voti con quelli di cittadini extracomunitari che risiedono in Liguria attraverso promesse e addirittura retribuzioni di una cinquantina d'euro in denaro. Si tratta di una vera e propria bufera per il premier #Matteo Renzi e tutto il Partito Democratico, che a questo punto, per forza di cose, deve dare un segnale forte alla popolazione, scossa da quanto accaduto a meno di quattro mesi (maggio 2015) dal voto ufficiale che sancirà l'elezione del prossimo Presidente della Regione Liguria che succederà a Burlando.

Pubblicità
Pubblicità

Fra l'altro una polemica simile si era già verificata nel corso delle ultime elezioni comunali di Roma, quando alcuni esponenti del centrosinistra avevano accusato l'attuale sindaco Marino di aver "comprato" voti dai rom e in generale da coloro a cui l'attuale primo cittadino della Capitale avrebbe promesso vitto e alloggio negli anni a venire.

Tornando alla vicenda Cofferati, ha espresso la sua solidarietà all'ex segretario della CGIL anche un deputato del Partito Democratico, colui che in questo periodo rappresenta l'esponente principale di quella minoranza del #Pd che è molto critica nei confronti di Renzi e del suo operato politico, cioè Pippo Civati. In un tweet, infatti, il giovane rampollo del centrosinistra ha dichiarato che il partito, a forza di fare accordi e i cosiddetti "inciuci" con la destra e non solo, sta perdendo pezzi importanti che lo porteranno a veder dimezzato il suo elettorato.

Pubblicità

Si fa dura, insomma, per l'attuale Presidente del Consiglio, che avrà una bella gatta da pelare per chiarire e magari risolvere il problema della mancanza di trasparenza nelle primarie e in generale nel panorama politico che vive l'Italia in questo momento. #Elezioni politiche