Tutto pronto al Quirinale per il saluto ufficiale a Giorgio Napolitano, che dopo quasi 9 anni al colle consegna le sue dimissioni per fattori personali. Picchetto d'onore per lui insieme a sua moglie Clio all'uscita in mattinata dal Quirinale, organizzato dalla banda delle forze armate e i corazzieri, insieme a loro riunita anche una folta folla di giornalisti, per riprendere il momento dell'ammaina bandiera al Quirinale.

Ore 10.44 , una nota al Quirinale annuncia che Napolitano ha firmato le sue dimissioni. Il segretario generale della #Presidenza della Repubblica, Donato Marra, ha provveduto a consegnare il comunicato ai presidenti del Senato della Repubblica e della #Camera dei Deputati e al presidente del Consiglio dei ministri.

Pubblicità
Pubblicità

Le istituzioni omaggiano le sue funzioni. Il presidente del consiglio commenta con un tweet il momento del presidente “#GraziePresidente”.

Il Movimento 5 Stelle comunica il suo dissapore con il presidente, tramite i capigruppo di turno alla Camera e Senato Andrea Cecconi e Alberto Airola, accusando continuamente il suo operato di mancanza di imparzialità, un loro comunicato recita: “Uno dei peggiori presidenti della storia della Repubblica”, invitandolo anche a rinunciare alla sua carica di senatore a vita.

Napolitano lascia il quirinale dopo il semestre di Renzi, e dopo 3166 giorni al Quirinale si ammaina la bandiera presidenziale, aspettando di essere rinnovata con la salita del nuovo presidente. I roumors vicini al parlamento negli ultimi mesi hanno dettato nomi di spicco, quali l'ex presidente del consiglio italiano ed europeo Romano Prodi, il quale sembra abbia ritirato le sue intenzioni di lavorare ancora in politica, e l'attuale presidente della B.C.E.

Pubblicità

Draghi che subito dopo ha negato tutto per sua volontà di non entrare in politica.

Si fa vivo invece nelle ultime ore il none di Giuliano Amato, il candidato di spicco che sarebbe gradito sia a Napolitano che alle forze principali al governo.

Ritornerà al quartiere Monti, la borgata romana dove è vissuto per 40 anni l'ho ritroverà a fare il cittadino comune, a prendere un po' d'aria fresca, e a fare delle belle passeggiate, come aveva confidato ad una bambina andatagli incontro in Piazza del Quirinale il giorno prima delle dimissioni. #Elezioni politiche