Scritto dalla giornalista torinese Enrica Perucchietti sulla base di una lunga indagine, "L'altra faccia di Obama - Ombre del passato e promesse disattese" (UNO Editori, 2011) è un libro/inchiesta ampiamente documentato di un'attualità sconcertante. La giornalista ricostruisce la biografia di Obama, l'uomo di potere spuntato dal nulla con un'iniziazione politica a Chicago, legato alla Casta Americana: mette in luce i suoi legami giovanili con la CIA, lobbies e speculatori di Wall Street, imprenditori corrotti, fanatici e terroristi, Grandi Banche, compagnie assicurative, case farmaceutiche, multinazionali del petrolio e degli OGM, della Difesa.

Pubblicità
Pubblicità

Obama è stato appoggiato da figure come Goldman Sachs, JP Morgan Chase, Morgan Stanley, che hanno pagato circa 3 milioni di dollari per la sua campagna elettorale.

Tutte queste forze oscure hanno costruito e finanziato la 'fabbrica del consenso' per la salita al potere dell'ennesimo presidente fantoccio mosso dai fili di un'elite di banchieri, che ha messo in atto anche tecniche di manipolazione mentale per raccogliere voti. La giornalista è partita da una semplice domanda: esiste un Governo Ombra che decide le sorti globali per la costituzione di un Nuovo Ordine Mondiale di stampo totalitario? Il presunto presidente 'progressista', invischiato nei segreti della CIA, è affiliato a gruppi occulti legati a Massoneria, Bilderberg, Illuminati, impegnati a costituire il Nuovo Ordine Mondiale.

Pubblicità

A questo scopo sono state orientate operazioni come la guerra in Libia, le truppe in Afghanistan, il salvataggio delle Grandi Banche a scapito dei contribuenti, una riforma sanitaria che prevede l'introduzione di microchip sottocutanei per meglio controllare la popolazione americana, lo sviluppo di cibi e sementi OGM.

Generare terrore serve a permettere al Nuovo Ordine Mondiale di 'marchiarci' e controllarci tutti con la scusa di proteggerci da un terrorismo finanziato da non si sa chi e di renderci idioti. Scopo finale: schiavizzarci. Obama, in tal senso, chiede sacrifici ai cittadini, chiede di rinunciare alla libertà in cambio di più sicurezza. Vale a dire controllo totale. Sembra un racconto di psico-fantascienza di Philip K. Dick ma non lo è.

Chi sono le élite del vero potere mondiale che decide per tutti? Attorno a Obama ronzano personaggi come il vecchio mentore Zbigniew Brzezinki (teorico della Guerra Fredda e membro del Bilderberg), Robert Rubin (scandalo finanziario della Citigroup), Paul Volcker (ex presidente di Federal Reserve), 'falchi' filo-israeliani come Rahm Emanuel e super-finanzieri come Timothy Geithner (ministro del Tesoro).

Pubblicità

La biografia di Obama s'intreccia con la Massoneria e con la CIA, con i colossi finanziari e lo ritrae partecipe attivo dei piani di controllo totale della CIA.

Esistono legami di sangue tra Obama e i passati presidenti americani: Obama è di sangue blu, un predestinato, non ha detto la verità sulle sue origini (come ha recriminato il repubblicano Donald Trump) e non proviene da una famiglia povera. Obama appartiene alla linea di sangue che discende da Carlo Magno, è cugino di Bush da parte di madre, Clinton, Cheney, Palin ed altri fino a risalire a Washington e Churchill. Su 44 presidenti americani, 35 sono imparentati. Il passato non si può cambiare ma chiediamoci, alla luce degli ultimi eventi terroristici, chi sta manovrando il nostro presente e chi trama per influenzare il nostro futuro. #Libri #Barack Obama