Nozze gay in Italia: "questo matrimonio non s'ha da fare...", nuova inchiesta giudiziaria mentre proseguono le polemiche politiche. Il sindaco di Milano Giuliano Pisapia è stato iscritto nel registro degli indagati dalla procura della Repubblica del capoluogo lombardo con l'ipotesi di accusa di omissione di atti di ufficio per non aver dato seguito all'invito formale del prefetto della città, Francesco Paolo Tronca, di cancellare subito le trascrizioni dei matrimoni omosessuali celebrati all'estero nel registro dell'anagrafe civile, così come fatto dai sindaci di Roma (Ignazio Marino), Bologna (Virginio Merola) e Napoli (Luigi De Magistris), in "violazione" della circolare del ministro dell'Interno Angelino Alfano.

Pubblicità
Pubblicità

Lo ha comunicato lo stesso Giuliano Pisapia nel corso di un convegno del Partito democratico che si è svolto oggi a Milano.

Matrimoni gay, indagato per omissione di atti d'ufficio il sindaco di Milano

Come si ricorderà, il ministro Alfano aveva inviato una circolare ai prefetti "per la cancellazione delle trascrizioni dei matrimoni tra persone dello stesso sesso fatti all'estero. Queste trascrizioni fatte da alcuni sindaci - ha spiegato l'esponente del #Governo Renzi e leader del Nuovo centrodestra - non sono conformi alle leggi italiane". "Non voglio polemizzare con il prefetto, deve essere qualcuno in alto che dà indicazioni", ha detto il primo cittadino milanese ricordando che il prefetto gli ha chiesto "formalmente di cancellare una trascrizione che ritengo doverosamente di trascrivere perché così, secondo me, impone la legge".

Pubblicità

Pisapia si è detto sereno e per niente preoccupato dell'inchiesta che lo riguarda.

Nozze gay, Pisapia a Renzi: 'Tiri le orecchie al ministro Alfano'

Passi indietro rispetto all'applicazione della circolare Alfano sulla registrazione dei matrimoni gay all'estero? Non se ne parla nemmeno. Anzi, Pisapia fa assolutamente il contrario e rilancia affrontando la questione apertamente e facendone un caso politico ai massimi livelli e non un problema personale. Il presidente del Consiglio e leader del Pd Matteo Renzi "tiri le orecchie al ministro Alfano per far ritirare - ha detto il sindaco di Milano - quella circolare blasfema da un punto di vista giuridico sulla cancellazione delle trascrizioni dei matrimoni gay all'estero".

Matrimoni gay, Vendola (Sel): 'Solidarietà a Pisapia, Renzi cambi verso'

E al sindaco del capoluogo lombardo arriva la solidarietà del leader di Sal Nichi Vendola. "Un grazie a Giuliano Pisapia perché non accetta - ha detto il presidente di Sinistra Ecologia Libertà che la Milano del 2015 debba essere ricacciata nel medioevo sui diritti delle persone. Il governo Renzi - ha sottolineato in una nota - cambi verso".