Si è svolta a Lecce una manifestazione di protesta oorganizzata dal Movimento Patria Nostra, coordinamento regionale Puglia, contro la crisi economica e lavorativa che attanaglia il nostro Paese, contro la poca attenzione rivolta dai nostri politici ai problemi dei quartieri periferici delle città italiane, contro il buonismo falso e interessato, contro le mafie e la massoneria. I militanti del movimento si sono ritrovati nella piazza principale della città salentina per distribuire volantini ed esporre le loro idee ai passanti. Gli organizzatori hanno espresso grande soddisfazione per il risultato della manifestazione che ha visto la partecipazione del nucleo leccese guidato dal Coordinatore Regionale Mauro Corsano e del nucleo di Taranto con il Coordinatore Provinciale Giacinto Mangialardi, nonché di molti cittadini leccesi che si sono uniti spontaneamente alla manifestazione.

Pubblicità
Pubblicità

"Siamo scesi in piazza per protestare contro lo Stato in cui versa la nostra regione e il nostro Paese - dichiara Mauro Corsano - non possiamo rimanere inermi mentre dei politici incapaci e palesemente corrotti affondano il nostro amato Paese. È un periodo storico di grande tensione. I giovani hanno perso le speranze, gli anziani sono ridotti alla fame, le piccole e medie imprese chiudono per difficoltà economiche gravi, i servizi sono sempre piùscadenti e carenti e i nostri politici pensano a delle priorità che sinceramente non interessano per nulla il popolo, ma anzi, in alcuni casi provocano ulteriore rabbia. Non possiamo più tollerare che politici locali e nazionali concentrino i loro impegni su una ospitalità ed integrazione che sta provocando solo disagi e in alcuni casi si è rilevata basata solo su sporchi interessi economici mentre chi dovrebbe essere realmente tutelato, ovvero gli italiani, vivono nella fame e paura. Bisogna mettere al centro della discussione politica gli italiani e i loro diritti principali ovvero la casa, il lavoro e il diritto alla salute.

Pubblicità

Oggi a Lecce abbiamo voluto far sentire la nostra voce di protesta e proseguire in altre città pugliesi e non solo per dimostrare ai politici che c'è chi dice basta e chiede il cambiamento di rotta prima che si raggiunga il punto di non ritorno."

Per Giacinto Mangialardi "La nostra iniziativa segue altre iniziative organizzate in altre città italiane alcune delle quali nate spontaneamente. Gli italiani sono stanchi della prepotenza dei politici locali e nazionali ma ancora non hanno il coraggio di diventare protagonisti del cambiamento. il nostro ruolo è proprio questo, fargli capire che non sono soli e che M.P.N.P.N. è solo ed esclusivamente dalla parte del popolo". #Politica Lecce