Oramai è ufficiale, Napolitano ha ribadito le sue intenzioni di lasciare la sua carica, anche se ancora si ignora quale sia la data prestabilita per tale evento. "Ho il dovere di non sottovalutare i segni dell'affaticamento, quindi ritengo di abbandonare la carica presidenziale che mi fu affidata per la prima volta nel Maggio 2006" dichiara il presidente durante il suo discorso di fine anno. Chiede che le riforme che dovrebbero salvare l'Italia siano presto approvate, e che il suo successore venga eletto regolarmente dal parlamento e da tutte le forze politiche con serenità.

Esorta gli italiani a non perdere la fiducia ed esorta tutti a darsi da fare per creare un'Italia migliore una volta superata la crisi.

Pubblicità
Pubblicità

Sull'Europa avverte che è pericolosa e deleteria una possibile disintegrazione dell'Euro ed invita a guardare di più gli italiani esemplari, quella parte d'Italia di cui bisogna essere orgogliosi. Non pochi i riferimenti agli ultimi accadimenti romani , in base ai quali spera dure punizioni per i corrotti "Dobbiamo unirci tutti per bonificare il sottosuolo marcio", spiega Napolitano riferendosi alla cosiddetta "Terra di mezzo". Il primo a contattare Napolitano per complimentarsi per il suo discorso di fine 2014 è stato Matteo Renzi in vacanza sulle neci di Courmayer, scrivendo su Twitter: "Nove anni di servizio, di autorevolezza, di responsabilità. Grazie Giorgio!". Anche i due presidenti delle camere hanno ringraziato Napolitano per il lavoro svolto finora, mentre il Centrodestra sottolinea il cuore e la generosità di Napolitano "Ha svolto il suo mandato da grande presidente" scrive Alfano sui social networks.

Pubblicità

Molto severa invece l'opposizione, "Discorso penoso" dichiara il leader della Lega Matteo Salvini, "Da bocciare su tutta la linea", scrive Grillo sul proprio blog. Forza Italia guarda invece al futuro "Spetta agli storici valutare le luci, ma anche le moltissime ombre dei nove anni di mandato di Napolitano, serve un vero arbitro per l'Italia, da riconoscere in un memnro del partito popolare europeo" Dichiara Giovanni Toti di FI. Nel suo discordso Napolitano ha tenuro a ribadire che la politica potrà curarsi da tutti i mali riconoscendo gli intangibili valori morali che da sempre l'hanno la dovrebbero tutt'ora caratterizzare.

#Presidenza della Repubblica #Giorgio Napolitano