Con Mattarella il Premier #Matteo Renzi ha compattato il Centrosinistra (soprattutto il Partito Democratico) nominando proprio l'ex magistrato. Il primo scrutinio si è concluso con un nulla di fatto; ci sono state molte sorprese, molte le schede bianche (oltre cinquecento) e poi ci sono stati i candidati dei vari partiti come la Lega o i Fratelli d'Italia ed il Movimento Cinque Stelle. C'è stata poi una rottura di carattere politico, infatti la svolta è arrivata nel primo pomeriggio quando Renzi ha sponsorizzato lo stesso Mattarella durante la quarta votazione, con grande delusione di Silvio Berlusconi che sul Premier ha detto: "Ha violato i patti".

Pubblicità
Pubblicità

Renzi ha sempre intenzione di votare scheda bianca inizialmente, una mossa questa del Partito Democratico che grazie ad essa torna ed essere integro, ma che allo stesso tempo si è inimicata Forza Italia che non ci sta e non ha alcuna intenzione di votare l'uomo di Renzi. Berlusconi è in realtà contrario al metodo del Presidente del Consiglio, non certo alla persona di Mattarella; il Cavaliere ha sfidato Renzi dicendo: "Ora vediamo se ha i numeri per procedere da solo".

Ad ogni modo la corsa per il Colle è appena iniziata, in discussione ci sono il Patto del Nazareno e la tenuta del Governo, tuttavia oggi si è ripreso a votare alle ore 9:30. Intanto durante la giornata trascorsa, grande emozione ha destato l'ingresso del Presidente Emerito Giorgio Napolitano nell'Aula di Montecitorio, lo stesso Napolitano in quanto senatore a vita è stato uno dei primi a votare.

Pubblicità

I risultati comunque non cambiano, il tutto per ora si è risolto in un nulla di fatto, ma ciò era prevedibile dopo che Matteo Renzi ha ordinato la scheda bianca proprio per non bruciare la candidatura del "pupillo" Sergio Mattarella.

Volendo fare un rapido recap finale di giornata: l'ex magistrato Imposimato ha ottenuto 120 voti, Feltri 49, Castellina 37, Bonino 25, Rodotà 23, Albertini 14, Fioretti 11, Morelli 9, Prodi 9, Caleo 8, Coldani 6, Bersani 5, Mattarella 5, Marani 4, Scognamiglio 4, Marianetti 3, Martino 3, Merlo 3, Messina 3, Mieli 3, Pagano 3, Zitelli 3, Ballini D'Amato 2, Finocchiaro 2, Greggio 2, voti dispersi 48, schede bianche 538, mentre 33 le schede nulle. #Presidenza della Repubblica #Elezioni politiche