Ai tempi di oggi, molti politici utilizzano i social Network per comunicare il loro pensiero sulle varie questioni politiche. Nella giornata di ieri l'Ex cavaliere #Silvio Berlusconi, ha utilizzato Facebook per esprimere direttamente la sua posizione sulle vicende dell'ormai in bilico Patto del Nazareno. Molte sono state le diatribe in questi giorni tra i vari esponenti di Forza Italia che accusavano il mal contento, ma oggi Berlusconi chiarisce: "Ci siamo liberati di un grosso peso" quasi come a dar un libero sfogo, dopo la pressante presenza del patto che vincolava la libertà d'azione del partito. D'ora in poi, gli obiettivi del partito dice l'ex cavaliere, saranno quelli di ricostruire un polo di centrodestra brillante, fare apertamente opposizione, e votare tutte quelle proposte di riforme provenienti dalla sinistra ritenute importanti per la governabilità del Paese.

Pubblicità
Pubblicità

Poi usa dei toni abbastanza accesi: "Siamo in una democrazia commissariata", auspicando un ritorno alle urne che ripristini i termini che portano essere il Paese ad essere in democrazia a tutti gli effetti.

Poi rassicura che tra i punti del famoso Patto del Nazareno, non ci sono condizioni segrete ma solamente degli accordi sulle riforme presi ai fini della governabilità del Paese. Non perde l'occasione per lanciare qualche frecciata all'altro contraente del patto del Nazareno ovvero #Matteo Renzi e afferma: "C'è qualcuno che non ha rispettato quelli che erano gli accordi proprio nel momento in cui si doveva eleggere la più alta istituzione della Repubblica". Traspare molto evidentemente, la delusione anche per quanto riguarda la questione sulla legge elettorale. Il leader di Forza Italia era disposto, per portare avanti il patto, ad accettare il doppio turno, ma proprio non va giù la divisione dei candidati in nominati dalle segreterie di partito ed eletti con le preferenze e la lista unica, poco favorevole per la destra che al momento è divisa in diverse fazioni politiche.

Pubblicità

Da queste dichiarazioni, il patto del Nazareno risulta ormai, considerevolmente compromesso. #Presidenza della Repubblica