Il problema della compravendita di parlamentari all'interno di Montecitorio sembrava essersi attenuato da quando Scilipoti tradì Prodi per passare dalla parte del leader di Forza Italia Silvio Berlusconi e permettere al Cavaliere di far crollare il governo di centrosinistra. Da quel momento, infatti, nuovi episodi di "scilipotismo" non se n'erano visti, in Parlamento, ma ha destato parecchio scalpore una registrazione audio apparsa questa mattina (venerdì 13 febbraio 2015) sul blog di #Beppe Grillo in cui si sente una chiacchierata fra un'ex deputata dei 5 Stelle ed un parlamentare di Scelta Civica. La traccia audio del video è spesso rovinata dal chiasso di sottofondo dell'Aula, ma è possibile distinguere bene le parole che i due si sono scambiati, con tanto di sottotitoli in basso per far capire meglio ai cittadini in che condizioni versa il nostro sistema politico attuale.

Pubblicità
Pubblicità

Da una parte abbiamo Mara Mucci, che fino a poco tempo fa vestiva i panni di "grillina" ma che è successivamente passata al Gruppo Misto della Camera per alcune incovergenze con il famoso "direttorio" nominato da Grillo e Casaleggio qualche mese fa, dall'altra un certo Mariano Rabino fedele ai "montiani". Nel video si sente quest'uomo che, dopo una sua personale considerazione sul Movimento Cinque Stelle, afferma di voler inserire dentro Scelta Civica i deputati fuoriusciti dal Movimento e l'offerta che il parlamentare in questione pone alla Mucci è quella di entrare a far parte del proprio gruppo per arrivare a guadagnare anche cinquantamila euro al mese. Si tratta di uno spezzone audio destinato a far discutere, poiché la deputata, probabilmente molto imbarazzata, non accetta immediatamente l'offerta ma afferma di volerci pensare e di parlarne prima con i propri compagni di reparto.

Pubblicità

L'accusa che potrebbe essere inflitta al "montiano" sarebbe quella della compravendita, con buona pace di chi credeva che all'interno del sistema politico italiano ci fossero ancora persone appassionate alla cosa pubblica e non alle proprie tasche.

#Camera dei Deputati #M5S