Il New York Times ha messo assieme una serie di bufale che alcuni esponenti politici mondiali hanno detto durante il 2014. Le bugie sono state scoperte da alcuni siti che praticano il fact checking, ossia un'accurata verifica di quanto dichiarato. In vetta a tutti c'è l'italiano Alessandro Di Battista, vice presidente della Commissione affari esteri per la camera dei deputati nonché esponente dello zoccolo duro del Movimento 5 Stelle. Nella fattispecie l'esponente pentastellato è stato ripreso durante un'intervento nella manifestazione "Italia a 5 Stelle" a Roma al Circo Massimo nel passato ottobre.



"Nigeria, vai su Wikipedia: 60 percento è in mano ai fondamentalisti islamici, la restante parte #ebola"



Entrambe le dichiarazioni del deputato pentastellato sono false.

Pubblicità
Pubblicità

Come ha riportato il sito Pagella politica "I fondamentalisti islamici di Boko Haram (la cui traduzione è: l'educazione occidentale è peccato) al tempo era di "appena 25 insediamenti nel nord est del paese". Per quanto riguarda l'Ebola, invece, in quel periodo il numero dei malati stava scendendo bruscamente: solo 20 di cui 8 i decessi. Tanto che l'allerta è scesa da 2 a 1. Infine Wikipedia: sull'enciclopedia on line, nella sezione Nigeria, nemmeno un cenno a Boko Haram.



Un'altra bufala che ha fatto il giro del mondo e che ha fatto cadere in errore gli esperti del Corriere della Sera oltre al segretario della Lega Nord Matteo Salvini è



"L'Europa vuole toglierci il tostapane doppio"



Secondo quanto scritto al tempo, sui tavoli di Bruxelles a breve si sarebbe dovuto discutere dell'abolizione di questo elettrodomestico perchè fosse troppo energivoro.

Pubblicità

In realtà l'informazione aveva "storpiato" un rapporto preliminare si invogliava a studiare il tostapane per migliorarlo. Addirittura, sempre in un'ottica di efficientamento energetico, nel rapporto si esaltavano i modelli di tostapane che presentano l'opzione "Eco Slot" ossia quelli che permettono di accendere solo una piastra, anziché le due in contemporanea. Nessun cenno è stato fatto ad un possibile divieto.

Uno degli argomenti che ha ispirato più bufale nell'ultimo anno è stato Ebola. Una particolarmente divertente è stata quella sulle cure alternative:



"Ebola si può curare mangiando noci di cola o facendo il bagno nell'acqua salata calda"



Qualora ce ne fosse stato bisogno, la notizia, diffusa su alcuni forum nigeriani, è stata smentita da AfricaCheck. Si tratta di leggende metropolitane. #Beppe Grillo