Renzi e Salvini dominano, il M5S di Grillo cala, FI di Berlusconi crolla: questo in estrema sintesi il responso fornito da #Sondaggi politici e intenzioni di voto aggiornate al mese di febbraio 2015. A saltare immediatamente all'occhio è la progressione della Lega Nord di Salvini, che col 14,2% di consensi è ormai divenuto il terzo partito del paese e il primo della fazione di Centrodestra. Un trend nuovo e di certo alimentato dalla progressiva perdita di consensi da parte di Silvio Berlusconi, uscito sconfitto anche dalla vicenda che ha portato all'elezione di Sergio Mattarella quale nuovo Presidente della Repubblica. Altro dato importante la crescita del PD e dei consensi al governo Renzi. Potrebbe non sembrare una novità, e invece sondaggi politici e intenzioni di voto aggiornate a febbraio 2015 fotografano una situazione differente da quella delle ultime settimane di gennaio, quando il premier perdeva consensi. In difficoltà anche il M5S di Beppe Grillo, comunque seconda forza del paese dietro al PD di Renzi.

Sondaggi politici e intenzioni di voto febbraio 2015: dominio Renzi-Salvini, giù M5S e FI - Tutto merito di Mattarella ed Expo?

Come accennato in apertura, sondaggi politici e intenzioni di voto aggiornate a febbraio 2015 raccontano di una risalita del PD di #Matteo Renzi dopo una lieve flessione, con il partito del premier sceso nelle scorse settimane al 36,8%. Le nuove proiezioni danno il PD al 37,1%, mentre il consenso al governo Renzi è salito sino al 49% complessivo. Che questi dati siano frutto dell'elezione di Mattarella, comunque gradito dagli italiani, e dell'ormai prossima apertura dell'Expo? Difficile a dirsi, il dato comunque c'è ed è inequivocabile. Seconda forza del paese il M5S di Grillo, che passa al 18% in calo di appena lo 0,2% rispetto alla scorsa settimana. Il 22% di qualche tempo fa è ormai un miraggio, ma i grillini continuano comunque ad occupare un onorevole secondo posto alle spalle del partito di governo. Più in giù dobbiamo invece fare i conti con un altro balzo in avanti della Lega Nord, che sondaggi politici e intenzioni di voto aggiornate a febbraio 2015 danno al 14,3% con un + 0,3% rispetto alla scorsa settimana. L'arrivo di Salvini in effetti ha trasformato la Lega Nord, che da partito territorialmente localizzato ha esteso il proprio raggio d'azione andando ad assumere una portata sempre più nazionale. Quasi drammatico infine il crollo di Forza Italia, con il partito di Silvio Berlusconi ormai sceso al 13% dei consensi: il ruolo di terza forza del paese è ormai stato occupato dalla Lega Nord, cui FI che si è vista costretta a consegnare al Carroccio anche lo scettro di guida del Centrodestra. Se desiderate rimanere aggiornati sulle future proiezioni vi invitiamo a cliccare il tasto 'Segui' in alto a destra.



#Matteo Salvini