Il quadro dei sondaggi politici elettorali al 2 marzo 2015 non è certamente tracciato in maniera uniforme, infatti se andiamo ad analizzare i risultati delle rilevazioni statistiche effettuate dall'Istituto Piepoli, Datamedia, Emg e Ixè per ogni partito la forbice fra una percentuale e l'altra a volte supera anche il 2%. Ma ecco il dettaglio.

Ultimi sondaggi politici al 2 marzo 2015: Piepoli, Datamedia, Emg e Ixè

I quattro istituti che hanno analizzato le intenzioni di voto negli ultimi giorni hanno fornito risultati spesso in controtendenza fra di loro, infatti il Partito Democratico oscilla fra un minimo del 37,2% ad un massimo del 40,2%, Forza Italia dal 11% secco a poco più del 16%, Movimento Cinque Stelle da 16,1 a 19,3%, Lega Nord da un 12% al 16% netto, Sel fra 3,5 e 4,2%, l'alleanza fra Ndc e Udc da un risicato 3% ad un interessante 4,5%, quindi Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale parte da un sottotono 2,4 per arrivare anche a sfiorare il 4%.

Pubblicità
Pubblicità

Pertanto, in questo scenario ipotetico molto contraddittorio, è utile tracciare una linea che stabilisca una media fra le intenzioni di voto che emerge dai risultati dei sondaggi politici elettorali messi a confronto. Questa la tabella riassuntiva sulla media delle percentuali associate a ciascuno partito, fra parentesi le quattro rilevazioni di Piepoli, Datamedia, Emg e Ixè:

  • Partito Democratico 37,9% ( 39, 37, 37.1, 38.5)
  • Sel 4% (4, 4.3, 4, 3.7)
  • Forza Italia 12.35% (11, 13.2, 12.6, 12.6)
  • Lega Nord 14.8% (16, 14, 15, 14.2)
  • Ncd-Udc 3.6% (4.5, 3.3, 3.1, 3.4)
  • Fdi-An 3.2% (3.5, 2.5, 3.9, 2.9)
  • Movimento 5 Stelle 18.5% (16.5, 19.3, 20, 18.3)

A questo punto, e per concludere, se andiamo a guardare lo scenario politico dalla prospettiva delle ipotetiche coalizioni ne verrebbe fuori che il centrosinistra, composto da #Pd e Sel, vincerebbe le elezioni a mani basse con oltre il 41%, a ruota il centrodestra con quasi il 34% quindi i solitari del #M5S con una percentuale compresa fra il 18 e il 19%.

Pubblicità

Situazione pertanto abbastanza chiara in questo momento per quel che riguarda le intenzioni di voto degli italiani stando ai sondaggi politici analizzati, Renzi e i suoi potrebbero anche giocarsi la partita senza alcuna alleanza perché il margine di quasi il 4% sulla tutt'altro che unita coalizione di centrodestra è comunque rassicurante. #Sondaggi politici