Gli ultimi sondaggi politici elettorali Ipsos, diffusi durante l'ultima puntata di DiMartedì, il talk show di Giovanni Floris, segnano il primo vero e proprio "divorzio" tra gli italiani e il premier Renzi. Se si continuava a parlare di "luna di miele" prolungata, i dati che vengono fuori mostrano come gli italiani non si fidino più del presidente del Consiglio, il quale sarebbe in grado soltanto di annunciare interventi, ma non a realizzarli nel concreto. I risultati dei sondaggi EMG per La7, invece, mostrano come il PD sia andato incontro a una flessione piuttosto netta, avrebbe perso lo 0,6% dei consensi, e i due dati non possono che essere letti in correlazione.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda le altre forze politiche, il M5S e la Lega Nord tengono il passo e crescono di qualche decimale.

Sondaggi politici elettorali 25-03: la fine della luna di miele tra Renzi e gli italiani

I risultati degli ultimi sondaggi politici elettorali Ipsos, come abbiamo già accennato, sembrano indicare la fine della luna di miele tra il premier Renzi e gli italiani. Il primo argomento affrontato è il tema della casa: per il 48% degli italiani, dunque un cittadino su due, il #Governo non ha fatto nulla per migliorare la situazione, mentre il 30% ha dichiarato addirittura che la situazione è nei fatti peggiorata, soltanto il 18% ritiene che la situazione abbia avuto dei miglioramenti. Alla domanda se le riforme del governo Renzi abbiano migliorato la qualità della vita, l'85% degli italiani ha risposto di no, mentre soltanto il 13% ritiene che un miglioramento vi sia stato.

Pubblicità

Infine, quando si è chiesto agli elettori in cosa sia realmente bravo #Matteo Renzi, il 46% ha risposto che il premier è capace soltanto di annunciare interventi (senza, però, realizzarli), il 28% di varare interventi, il 26% né l'uno né l'altro. È chiaro che si tratti di un giudizio molto duro nei confronti dell'operato del presidente del Consiglio e del governo, e il dato è da considerarsi preoccupante se letto contestualmente con il calo di consensi segnalato dai sondaggi EMG.

Sondaggi politici elettorali 25-03: calo netto per il PD, Lega Nord e M5S tengono

Per quanto riguarda gli ultimi #Sondaggi politici elettorali EMG, il dato più importante proviene proprio dal PD: in una sola settimana, il partito di governo avrebbe perso lo 0,6% dei consensi. I risultati sono ancora più clamorosi se confrontati con quelli di novembre, quando il PD si attestava intorno al 41%. La Lega Nord, intanto, riprende a crescere dopo il crollo dovuto alla spaccatura interna con Tosi: si passa infatti dal 15,1% al 15,3%, anche se il dato è ancora lontano rispetto al 16,1% di due settimane fa.

Pubblicità

Forza Italia, invece, continua a perdere uno 0,3% e le spaccature interne non fanno altro che indebolire il partito, che si attesta soltanto all'11,4%. Infine, il M5S: il movimento di Beppe Grillo continua a crescere e guadagna uno 0,1% rispetto alle rilevazioni precedenti, attestandosi al 20,3%.

È tutto con l'analisi comparata degli ultimi sondaggi politici elettorali Ipsos e Emg. Per ricevere aggiornamenti su questa materia, cliccate su "Segui" in alto sopra il titolo dell'articolo.