La politica continua il suo corso senza distogliere lo sguardo dalle intenzioni di voto: oggi, 6 marzo 2015, analizziamo gli ultimi sondaggi politici elettorali. Chi sale e chi scende? Fermo restando che si tratta di dati che vanno presi con le pinze (e che spesso ad ogni elezione vengono clamorosamente smentiti), cerchiamo di tracciare un quadro sui trend dei principali partiti politici: #Pd, Lega Nord, M5S e Forza Italia guardano con attenzione ai dati diffusi dai principali istituti. I risultati che pubblichiamo sono quanto risulta dallo studio di Piepoli per Ansa e Datamedia per Il Tempo.

Sondaggi politici elettorali, ultimi dati su intenzioni di voto 6 marzo 2015: Salvini non si ferma più

Partiamo da Piepoli: se si votasse oggi, il Centrosinistra vincerebbe le elezioni politiche a mani basse.

Pubblicità
Pubblicità

Il Partito Democratico di Matteo Renzi è segnalato al 38%, SEL (eventuale alleato) al 4,2% e gli altri di centrosinistra all’1%: totale un rassicurante 43,5%. Vola la Lega Nord: il partito di Salvini viaggia addirittura sul 16%, seguito da Forza Italia (misero 11%), NCD-UDC 4%, Fratelli d’Italia 3,5% e altri 0,5%. Il centrodestra, unito, vale il 31% a cui si dovrebbe aggiungere il 4% di Alfano che, ad oggi, pare fuori dall’alleanza. Salvini, la cui crescita è innegabile, pare pescare soprattutto tra gli ex Forza Italia ed in parte assai residuale tra i delusi grillini. Il Movimento 5 Stelle, invece, si attesta al 17% mentre tutti gli altri, insieme, valgono appena il 4,5%.

Ultimi sondaggi politici elettorali Datamedia: Renzi senza avversari

Anche dalle intenzioni di voto rilevate dall’istituto per Il Tempo, il PD non pare avere avversari in grado da ostacolarlo in caso di ritorno al voto.

Pubblicità

Il partito del Premier è accreditato del 37%, SEL del 4,2%: insieme valgono un po’ meno rispetto a quanto stabilito da Piepoli (41,2%) ma agli altri non pare andare meglio. Nel centrodestra (che vale il 29,1% a cui aggiungere eventualmente Alfano) la Lega Nord è il primo partito con il 14,2%, Forza Italia è al 12,4%, Fratelli d’Italia è stimato del 2,5% e NCD-UDC è accreditato del 3,3%. Meglio, in questo sondaggio, il Movimento 5 Stelle: 19,4% è la percentuale su cui si attesta quello che è comunque a tutti gli effetti il secondo partito (o movimento, a seconda di come lo si vuole definire) più apprezzato dagli italiani, sebbene a molti, specie negli ambienti governativi, ciò possa non piacere. #Matteo Renzi #Sondaggi politici