Il 31 maggio 2015 ci saranno le elezioni comunali in Italia. Saranno coinvolte diverse amministrazioni locali, sia grandi città che piccoli paesi, dove si andrà alle urne per votare il sindaco. In quasi tutte le regioni ci si recherà ai seggi elettorali a fine maggio, ma rispetto ad altre tornate non avremo un gran numero di comuni interessati. Quest'oggi andremo a scoprire quelli che saranno coinvolti in Toscana, Umbria e Lazio, dove saranno rispettivamente 9, 3 e 25 le giunte comunali da rinnovare. Prima di andare a scoprire tutti i dettagli, ricordiamo che per quei comuni dove la popolazione è maggiore di 15.000 abitanti, ci potrebbe essere un eventuale turno di ballottaggio, programmato per il 14 giugno 2015.

Elezioni Comunali in Toscana: si vota anche ad Arezzo

Nella regione toscana, dove contemporaneamente avremo le elezioni regionali quest'anno, si andrà a votare in 9 comuni su un totale di 279, ossia solo il 3,2%. Fra questi spicca Arezzo, l'unico capoluogo di provincia. Riguardo agli altri, invece, per quelli con una popolazione superiore a quota 15 mila, figurano soltanto Pietrasanta e Viareggio, entrambi in provincia di Lucca. Qui, tra l'altro, si voterà anche a Coreglia Antelminelli e nel comune istituito quest'anno, Sillano Giuncugnano. Spostandoci in provincia di Massa, invece, si andrà a rinnovare la giunta comunale di Villafranca in Lunigiana, mentre Castellina Marittima e Orciano Pisano sono i due paesi coinvolti nella provincia di Pisa; infine, troviamo Uzzano, in provincia di Pistoia. Non avremo una chiamata alle urne nelle provincie di Firenze, Grosseto, Livorno, Prato e Siena.

Elezioni Comunali in Umbria: soltanto tre paesi coinvolti

Le #Elezioni Amministrative che si svolgeranno a maggio riguarderanno anche l'Umbria, dove così come in Toscana ci saranno anche quelle regionali. Qui, però, saranno coinvolti solamente 3 comuni su un totale di 92. Si tratta di appena il 3,3%. Nella lista abbiamo Valfabbrica in provincia di Perugia, mentre in quella di Terni ci sono Calvi dell'Umbria e Giove. Trattandosi tutti di piccoli paesi, con pochi abitanti, verrà applicato il sistema elettorale maggioritario a turno unico, senza ballottaggio.

Elezioni Comunali in Lazio: spiccano Albano Laziale e Fondi

Chiudiamo con la regione laziale, dove le elezioni comunali riguarderanno qualche paese in più. Qui, infatti, si andrà ai seggi in 25 comuni su un totale di 378, ovvero il 6,6%. Nessuno di questi è un capoluogo, ma figurano 5 comuni con popolazione maggiore a 15 mila abitanti. Si tratta di Ceccano (FR), Fondi (LT), Albano Laziale (RM), Colleferro (RM) e Zagarolo (RM). Partendo dalla provincia di Roma, oltre ai tre sopra citati, si voterà anche a Arcinazzo Romano, Marano Equo, Montelanico, Palombara Sabina, Roiate e San Gregorio da Sassola, per un totale di 9 comuni; saranno in egual numero quelli nella provincia di Frosinone, dove la tornata elettorale riguarderà anche Belmonte Castello, Fiuggi, Fontana Liri, Guarcino, Patrica, Piedimonte San Germano, Pontecorvo e Trevi nel Lazio. Spostandoci in provincia di Rieti, invece, figurano solo 3 comuni: Castelnuovo di Farfa, Marcetelli e Montebuono. Ancora meno, per la precisione 2 comuni, sia nel viterbese (Blera e Bomarzo) che nella provincia di Latina, dove oltre a Fondi si voterà a Ventotene.