È ufficiale, si vota il 31 maggio 2015. Il ministro dell'Interno, Angelino Alfano, ha firmato il decreto che stabilisce la data delle #Elezioni Amministrative e regionali che andranno a svolgersi quest'anno. Il provvedimento emanato, con data 19/03, permette lo svolgimento in contemporanea sia delle elezioni comunali, per la nomina dei sindaci di numerosi Comuni italiani, sia delle elezioni regionali, che riguarderanno soltanto 7 delle Regioni d'Italia. Dato che quest'anno vi sono di mezzo diverse festività civili e religiose che cadono nei weekend, il Governo è dovuto ricorrere all'emanazione di un decreto di legge per determinare la data in cui i cittadini dovranno recarsi alle urne.

Pubblicità
Pubblicità

Le elezioni amministrative avrebbero dovuto svolgersi nel corso di una domenica nel periodo compreso fra il 15/04 e il 15/06, per cui ci siamo; discorso differente per la tornata elettorale che permetterà di rinnovare giunta e governatori regionali. In questo caso, infatti, si è dovuto modificare il comma 1, 2° periodo, della legge 165/2004 n. 165, allungando di 6 giorni il periodo entro cui avrebbero dovuto svolgersi le elezioni regionali, per l'esattezza fino alla prima domenica che segue la scadenza dei 60 giorni dal termine del mandato di Presidenti e Consigli. Bisogna precisare, che per le elezioni comunali, l'eventuale ballottaggio si dovrà svolgere il 14/06, mentre le liste elettorali bisognerà presentarle entro il 2/05.

Elezioni Amministrative e Regionali 2015, dove si vota

Le elezioni regionali riguarderanno i cittadini residenti in Liguria, Veneto, Toscana, Umbria, Marche, Campania e Puglia, con una cifra intorno ai 17 milioni di elettori che saranno interpellati ai seggi elettorali. A meno di due mesi dalla tornata elettorale è già scattata la sfida in molte di queste, dove sono emersi alcuni sondaggi elettorali in merito alle intenzioni di voto. Certo, vanno presi sempre con le pinze questi dati, ma una prima idea sulle preferenze la si può avere. In merito alle elezioni amministrative, invece, bisognerà rinnovare i consigli comunali ed eleggere il nuovo primo cittadino in 1.061 Comuni d'Italia, fra cui diversi capoluoghi di Regione e Provincia. Spiccano senza dubbio Venezia, Trento e Bolzano, Aosta, Lecco, Nuoro, Matera ed Agrigento, ma in totale sono 20 le grandi città coinvolte dalle elezioni comunali. Prima di lasciarvi, ricordandovi di seguirci per restare aggiornati sulle elezioni, sottolineiamo che in Valle d'Aosta e Trentino Alto Adige l'election day sarà differente rispetto alle altre Regioni: 10/05, con eventuale turno di ballottaggio il 24/05.