Hillary Clinton, ex First Lady ed ex Responsabile della comunicazione di Stato, annuncia oggi la sua candidatura ufficiale alla presidenza degli Stati Uniti in rappresentanza del partito democratico, La Clinton viene appoggiata dal presidente Barak Obama, l'uomo che nella corsa alla Casa Bianca del 2008 la sconfisse aggiudicandosi il titolo di sfidante dell'allora presidente repubblicano in carica George W. Bush Obama ha dichiarato che Hillary Clinton "è stata un segretario di stato eccezionale" e che sicuramente sarebbe una "presidente eccellente".

L'annuncio ufficiale della candidatura di Hillaty Clinton per il 2016 è atteso sui social network.

La Clinton ha preparato un'accurata strategia per presentare ufficialmente la sua candidatura come Presidente Usa, insieme a uomini e donne del suo staff esperto di comunicazione. Così gli analisti politici prevedono che la donna, oltre a comunicazioni ufficiali attraverso giornali e tv, possa in realtà tenere un basso profilo - diversamente dal 2008- per accattivarsi la simpatia dei più giovani, a cui potre portare consenso utilizzare il famoso Twitter, servendosi dei 140 massimi previsto da un Tweet personale e/o di Facebook, con un post.

Pubblicità
Pubblicità

"Misura", potrebbe essere lo slogan della sua nuova strategia comunicativa e persuasiva.

Hillary Clinton potrebbe iniziare la sua vera e propria campagna elettore incontrandosi face to face con piccoli gruppi e parlare direttamente con essi di temi sociali da lei e dal suo partito ritenuti importanti da affrontare e sviluppare, anziché scegliere nell'immediato palchi troppo grandi e forse dispersivi. In ogni caso Hillary Clinton ha intenzione di affrontare temi molto importanti e tra questi centrale è quello dell'economia.

L'economia un punto centrale nella corsa alla presidenza della Clinton perché è a questo riguardo che alcuni suoi potenziali concorrenti del partito democratico si pongono a sinistra, e potrebbero decidere di correre per proprio conto e vincere. Tra questi l'ex senatore della Virginia Jim Webb e la senatrice del Massachussets Elisabeth Warren, che è un vero riferimento per la sinistra del partito, e che è quindi una concorrente degna di molta considerazione, nonostante lei affermi spesso di non avere intenzione di candidarsi.

Pubblicità

La campagna di Hillary Clinton ha raccolto quindici milioni di dollari.

Iniziata due anni fa grazie all'opera del comitato elettorale "super - pac" la campagna "Ready for Hillary" ha visto la partecipazione di quattro milioni di donatori e si chiude dopo aver raccolto quindici milioni di dollari.

Chelsea Clinton rilascia un'intervista in cui parla dell'importanza delle donne al potere.

Contemporaneamente alla candidatura ufficiale di Hillary Clinton il settimane Elle pubblica una intervista a sua figlia Chelsea in cui quest'ultima parla dell'importanza simbolica del primo presidente americano donna e della disuguaglianza tra uomini e donne nel modo del lavoro, con particolare riguardo al mondo della politica. #Esteri