Molti non sanno cos'è l'Italicum. Secondo un sondaggio realizzato da Ipsos, solo un terzo degli italiani conosce le novità della riforma elettorale che sarà votata con la fiducia alla Camera, da oggi pomeriggio. L'Italicum è il nome che la stampa ha dato alla riforma della legge elettorale che, previa approvazione, entrerà in vigore dal 1° luglio 2016. Molti spunti delle bozze iniziali hanno tratto ispirazione dalla riforma elettorale spagnola. Con l'Italicum cambierebbe il sistema di coalizioni e, tra le altre caratteristiche, non sarebbero più possibili modifiche dell'ultimo momento. Vincerebbe la lista con più voti su più seggi e il capolista resterebbe bloccato.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda le votazioni l'Italicum propone un sistema a doppio turno con premi di maggioranza. Se al primo turno una lista supera il 40% dei voti, ottiene 340 seggi (premio di maggioranza). Se invece nessuna raggiunge questo risultato, si vota al secondo turno. Le soglie di sbarramento cambierebbero, lasciando l'accesso alle liste soltanto ai partiti che superano la soglia del 3%. #Costituzione italiana #Elezioni politiche #Matteo Renzi