Clamorosa iniziativa da parte dell'ex Ministro dello sviluppo economico Corrado Passera. L'ex Ministro oggi fondatore del partito "Italia Unica", è stato protagonista di una vera e propria protesta davanti Montecitorio insieme ad alcune decine di militanti della sua forza politica. Si è trattato di un "Flash Mob", il quale ha avuto inizio stamattina proprio quando alla Camera si stava iniziando la discussione sull'Italicum. I manifestanti hanno, nel corso della protesta, intonato l'inno nazionale italiano diretti da un maestro d'orchestra vestito in frack. Corrado Passera che indossava una maglia con la scritta "No italicum #leggecerotto" e un bavaglio sulla bocca, si è detto assai contrario alla decisione del #Governo di andare avanti su questa legge considerata liberticida.

Italicum: il governo deciso ad andare avanti

Italicum che come sappiamo sta creando grandissime polemiche all'interno delle varie forze politiche ed in particolare dentro il Partito Democratico che appare ancora una volta spaccato.

Pubblicità
Pubblicità

Tanto che oggi Il Presidente del Consiglio #Matteo Renzi, considerato il principale fautore e sponsor della riforma, ha chiaramente affermato in una lettera resa nota proprio oggi, che il suo partito con questa riforma si gioca un gran pezzo della propria credibilità e anche del proprio futuro. La lettera in questione è rivolta ai militanti del partito ed stata indirizzata ai segretari dei circoli relativi al Pd. Il Premier ha anche definito l'attuale momento politico come un momento assai delicato per la vita istituzionale dell'Italia.

Tuttavia rimangono in molti anche tra le fila del Pd coloro che si dicono assolutamente contrari alla nuova legge e dunque appare ormai scontato che il Governo diretto da Matteo Renzi decida di risolvere la questione mediante l'utilizzo della fiducia. Fiducia che però per molti sarebbe da considerare come un vero e proprio golpe da parte dell'esecutivo.

Pubblicità

Per Renzi la nuova legge elettorale sarebbe modellata su quella dei sindaci che tanto bene ha fatto finora e che il Premier dunque vorrebbe replicare anche su scala nazionale. Se vuoi rimanere aggiornato sui miei articoli o su questo argomento, clicca sul bottone "Segui" vicino al mio nome ad inizio articolo. #Senato