Dalla campagna elettorale del 2013 è partito un dibattito nazionale, tra le forze politiche e non solo, su ciò che viene definito reddito minimo di cittadinanza. Consiste in un assegno mensile erogato a chi non è occupato per garantirà un equa distribuzione della ricchezza sul territorio. Ora l'ultima proposta arriva direttamente dall'INPS e riguarda gli ultra 55enni. Il neo presidente dell'Ente nazionale di previdenza sociale ha proposto al Governo di trovare le risorse per la realizzazione di un reddito minimo per quella categoria di cittadini a cui mancano pochi hanno alla possibilità del pensionamento.

Reddito minimo per gli ultra 55enni 

Si tratta di una condizione un cui si trovano tutti coloro ad oggi disoccupati che rientrano in quella fascia di età che va dai 55 ai 65 anni.

Pubblicità
Pubblicità

 Lo stesso Boeri però precisa che si tratta di una manovra che sarebbe complementare a quella per il reddito minimo. Si tratterebbe di una possibilità che prevede l'erogazione di una somma che sia equivalente o una volta e mezzo maggiore dell'assegno sociale. Si tratta di una proposta che troverebbe una momentanea soluzione per tutti coloro che sono oggi etichettato come esodati, troppo giovani per la pensione e troppo in avanti con l'età per trovare un nuovo impiego.

La risposta di Landini 

In risposta al presidente dell'#Inps arrivano le parole di Landini. Il sindacalista ha confermato che quello sollevato da Boeri è un problema sociale importante per l'Italia di oggi ma anche deciso di rilanciare chiedendo non un reddito minimo ma un abbassamento dell'asticella dell'età pensionabile.

Pubblicità

Lo stesso Boeri intanto ha confermato che dal prossimo 1 giugno potrebbero cambiare le date di erogazione delle #Pensioni INPS. Si sarebbe infatti raggiunto l'accordo che permetta di poter emettere i mandati di pagamento tutti entro il primo giorno di ogni mese per coloro a cui viene accreditato un doppio mandato. Si tratta di una manovra che punta a velocizzare la burocrazia e a diminuire i costi delle commissioni bancarie e postali.