Manca poco alle elezioni regionali del 31 maggio 2015: cosa dicono gli ultimi #Sondaggi politici elettorali? La sfida sarà un banco di prova estremamente importante per il governo Renzi: oggi, 24 aprile, vedremo brevemente il quadro delle intenzioni di voto in Campania, Veneto e Liguria. Ampiamente prevedibile la forte astensione, pronosticata tra l’altro dal sondaggio EMG: saranno in tanti, infatti, gli italiani che probabilmente preferiranno il mare o una gita fuori porta rispetto alle urne. Del resto, gli ultimi scandali della politica rappresentano un valido incentivo.

Notizie su sondaggi politici elettorali Regionali 2015: situazione in Campania, Caldoro batte De Luca?

Partiamo con i sondaggi regionali in Campania: la sfida è tra il governatore uscente Stefano Caldoro e il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca, outsider il candidato M5S Valeria Ciarambino.

Pubblicità
Pubblicità

L’ultimo sondaggio disponibile è stato pubblicato da Le Cronache del Salernitano: il quotidiano conferma la tendenza fatta registrare dagli altri istituti con il centrodestra avanti di 3 punti. Se si votasse oggi, secondo le intenzioni di voto rilevate, Caldoro sarebbe confermato sulla poltrona di governatore con il 39% contro il 36% di De Luca.

Sondaggi elettorali: ultime intenzioni di voto in Veneto, Zaia in testa?

 Assai complessa la situazione fotografata in Veneto. Tecnè, infatti, ha segnalato il governatore uscente Luca Zaia della Lega Nord seguito a ruota dalla sfidante Alessandra Moretti del PD, con Tosi, sostenuto da NCD-UDC e fedelissimi ex Lega, intorno al 10% e Berti del M5S che “danzerebbe” anch’egli sull’asticella del 10%. La situazione, però, secondo altri istituti è totalmente diversa con il Carroccio nettamente in testa.

Pubblicità

Capiremo meglio nelle prossime settimane gli sviluppi.

Elezioni regionali in Liguria, intenzioni di voto: Pd a rischio, sorpresa M5S?

Chiudiamo con la sfida in Liguria che appare molto più aperta. Nei sondaggi la candidata del PD Paita è segnalata al 32% contro il 30% di Toti, sostenuto da Forza Italia e dal centrodestra. Occhio al Movimento 5 Stelle: un buon 21% di partenza è attribuito alla Salvatore. I pentastellati, in questa regione, potrebbero essere molto di più che outsider.