Regna il caos anche nei #Sondaggi politici per le elezioni Regionali nelle Marche 2015: ad oggi, 28 aprile, se le intenzioni di voto Sigma e di Scenari politici concordano sulla elezione a Governatore di Luca Ceriscioli del #Pd, con percentuali tra l'altro quasi uguali, le divergenze affiorano sulle previsioni elettorali che riguardano i candidati Spacca e Maggi. 

Sondaggi elettorali Regionali Marche al 28 aprile 2015: chi è l'antagonista di Ceriscioli? 

Premesso che tutto può cambiare in questa tornata di elezioni regionali, dove l'astensionismo e l'eventuale crisi del Governo Renzi sul voto all'Italicum potrebbero sorprendere tutti i sondaggisti e ribaltare le previsioni elettorali, i sondaggi regionali Marche 2015 di Sigma, commissionati dalla Sinistra, e quelli del sito Scenari politici stimano il candidato del PD appoggiato da quasi tutto il centrosinistra Ceriscioli, come super favorito alla carica di Governatore della Regione, rispettivamente indicato al 38,0% e 37,5%.

Pubblicità
Pubblicità

Molto differenti le intenzioni di voto elettorali sul candidato del #M5S Maggi: secondo Sigma con il 23,0% avrebbe rimontato e sorpassato il dissidente PD Spacca che si è schierato con il centrodestra, quotato al 20%. Invertite le posizione secondo i sondaggi elettorali di Scenari politici, per cui Spacca sarebbe al 24,0% e Maggi al 20,0%. Se è vero che i margini di errori dei vari sondaggisti sono riconosciuti nell'ordine del 2% circa, questi ultimi dati sono alquanto controversi e da prendere con le molle. 

Dietro i primi 3 candidati il vuoto. Non arriva alla doppia cifra il candidato di Sinistra Unita Mentrasti che viene stimato al 5%, la stessa indicazione è data ad Acquaroli, candidato di Fratelli d'Italia. Più in alto il leghista Paolini, per lui la stima è al 9%. Vi segnaliamo anche le intenzioni di voto alle coalizioni che il sondaggio politico Sigma indica.

Pubblicità

La coalizione di centrosinistra composta da PD, Uniti per le Marchem, Popolari per le Marche e Centro Democratico, è stimata al 39%. Segue il M5S con il 24%, mentre Marche 2020, lista promossa proprio da Spacca, Forza Italia e Area Popolare, sono al 19%. Lega al 5%, Sinistra Unita e Altre Marche al 5%, infine FDI-AN al 4%.